La sconfitta contro la Juventus ha segnato il numero cinque nella colonna sbagliata. Dieci punti di distacco dal primo posto in classifica e dai cugini dell'Inter. Troppo, almeno per Silvio Berlusconi. L'obiettivo dichiarato non era ovviamente il tricolore, anche perché le concorrenti si erano rafforzate troppo rispetto alle passate stagioni ed anche perché serviva comunque far ambientare i nuovi acquisti.

Ma la sconfitta numero cinque, arrivata peraltro nel quarto scontro diretto della stagione (i rossoneri hanno perso contro Napoli, Juventus, Inter e Fiorentina), non va giù al patron rossonero.

La zona Champions League si allontana, non solo per i punti di distacco, ma anche per la concorrenza spietata in classifica. Ed un altro anno senza l'Europa che conta non è da Milan. O almeno, non è da Milan di Silvio Berlusconi.

Il modulo sotto accusa

Manca un centrocampista con il 'cervello', in grado di inventare la giocata nel momento di stallo della gara.E questa mancanza sembra chiudere Carlos Bacca. Il tridente aveva dato diverse soddisfazioni al tecnico serbo, ma senza un trequartista non si va da nessuna parte. E in questo modo poi, si esclude uno degli acquisti della campagna estiva, ovvero Luiz Adriano. Nel 4-4-2 invece, ci sarebbe posto sia per il colombiano che per il brasiliano. Lo stesso modulo suggerito nel periodo 'nero' da Berlusconi, ma quasi mai attuato Sinisa Mihajlovic.

Più equilibrio dunque, senza escludere nessuno. Sulle fasce andrebbero Bonaventura e Cerci, con la possibilità di inventarsi un 4-2-4 in fase offensiva. Ma l'ex Sampdoria seguirà il consiglio?

Esonero in vista?

Molti parlano di un esonero per il tecnico serbo, ma nonostante le sfuriate di Berlusconi, difficilmente vedremo un 'licenziamento'.

Serve comunque continuità di risultati, anche per ritrovare la serenità giusta. La campagna acquisti e il costo della stessa pesano sulle spalle di Sinisa, ma la mancanza di fantasia si vede ed è tangibile ad ogni match. A gennaio verranno presi provvedimenti in quel ruolo oppure in panchina? Ai posteri l'ardua sentenza.