La partita di San Siro contro l'Atalanta è stata una sorta d'involuzione, anche se alcune note positive ci sono state. Le polemiche però, nonostante le tre vittorie ottenute, non si sono placate. Ad alimentare il caos in casa Milan, ci pensa involontariamente Zlatan Ibrahimovic: durante la premiazione delGuldbollen, il pallone d’oro svedese, il calciatore ex Milan è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport. Non sono mancate le solite domande di rito, tra cui il suo rapporto con la società rossonera e le insistenti voci su un suo possibile ritorno, che hanno fatto da contorno all'estate dei tifosi milanisti.

Ibrahimovic, nessun ritiro imminente

Solite domande, tra cui quella fatidica del ritiro. Il calciatore svedese ha confermato la sua ottima forma fisica,evidenziando la voglia di essere protagonista all' Europeo francese.Ovviamente Ibrahimovic non risparmia segnali d'amore nei confronti del Paris Saint Germain, specificando la sua voglia di continuare a vincere con il club parigino. Ma quando si parla di Milan la musica cambia: lo stesso Ibra conferma che c'è stata un'offerta concreta da parte del club rossonero. "Se io avessi detto sì, avremmo fatto l’affare. Ma non siamo mai arrivati fino a quel punto, non era quello che volevo. Però ero grato al Milan. Per me è il club più grande in cui abbia mai giocato",

I retroscena sul suo addio

Ma la frase che lascia spiazzati un po' tutti è quella successiva e riguarda il suo addio da Milano.

Nell'intervista, il calciatore ha ribadito più volte di amare l'Italia e il nostro campionato. Ibrahimovic spiega come si trovava bene a Milano e in particolar modo ai tempi del Milan. "Mi sono trovato molto bene lì. E fosse stato per me non avrei lasciato il Milan". Ma cosa significa precisamente questa frase? Qualcuno non ha insistito per farlo rimanere a San Siro (sponda Milan), oppure le circostanze hanno spinto Adriano Galliani a cedere il giocatore per poter fare cassa immediatamente?

Per il momento il Milan ancora non è intervenuto sulla questione, ma le sorprese non mancheranno di certo.