Preziosa vittoria di misura per il Palermo che, grazie ad un gol di Gilardino messo a segno al 26esimo della ripresa, riesce a battere il Chievo di Maran: tre punti che servono alla squadra di Iachini per respirare un po' in classifica e per rialzare la testa dopo le due sconfitte subite al San Paolo di Napoli e, in casa, lunedì scorso, contro l'Empoli.

Meglio la formazione veneta ad inizio partita, ma col passar dei minuti il Palermo prova a rendersi pericoloso dalle parti di Bizzarri. Nella ripresa, rosanero più decisi in avanti con Chochev e Quaison che impensieriscono la difesa avversaria, fino ad arrivare al gol di Alberto Gilardino su assist di testa di Andelkovic: Chievo che tenta il tutto per tutto nei restanti minuti e Palermo che riesce a difendere, a denti stretti, una vittoria fondamentale.

Per la squadra di Iachini, prossimo impegno all'Olimpico di Roma, contro la Lazio, che ha perso il derby contro la Roma; anche per il Chievo partita in trasferta, a Modena, contro il Carpi.

Palermo-Chievo: Iachini 'Lavoreremo più tranquilli'

Beppe Iachini fotografa così il match dei suoi ragazzi: 'All'inizio eravamo un po' troppo tesi, poi abbiamo giocato in maniera più sciolta con il passare dei minuti. Tre punti importanti ma quel che conta è tornare a lavorare in un clima più sereno, uniti e compatti.' Sulle frasi degli ultimi giorni del vulcanico presidente rosanero Maurizio Zamparini, Iachini dice che il patron ha voluto caricare i ragazzi, a volte serve e a volte un po' di meno.

Walter Birsa ha commentato così, invece, la quarta sconfitta del Chievo nelle ultime cinque gare: 'Siamo stati poco cattivi là davanti e il fatto di non essere riusciti a passare in vantaggio ha finito per galvanizzare il Palermo: nel primo tempo, i padroni della partita siamo stati noi e se avessimo segnato, probabilmente staremmo qui a commentare un'altra partita'.

In un altro match della dodicesima giornata, Frosinone e Genoa hanno pareggiato 2-2.

Palermo-Chievo, voti Gazzetta dello Sport Fantacalcio Serie A, domenica 8 novembre 2015

Non è la prima volta che Stefano Sorrentino viene indicato come il migliore del Palermo e una ragione ci sarà. La pagella è la più alta per un paio di parate decisive, l'ultima su Pepe al 94esimo.

Sorrentino 7; Vitiello 5,5 (Rispoli 6), Gonzalez 6,5, Andelkovic 6,5 e assist; Quaison 6 (Goldaniga 6 ammonizione), Hiljemark 6, Maresca 6, Chochev 6,5, Lazaar 5 (Daprelà 6 e ammonizione); Vazquez 6 e ammonizione; Gilardino 6,5 rete segnata e ammonizione.

Radovanovic è il fulcro del centrocampo clivense, distribuisce molti palloni, recupera e inventa.

Il problema è che in avanti sprecano il suo ottimo lavoro.

Bizzarri 6 e un gol subito; Cacciatore 6, Gamberini 6 (Dainelli 5,5), Cesar 6 e ammonizione, Gobbi 5,5 e ammonizione; Castro 6, Radovanovic 6,5 e ammonizione, Hetemaj 6; Birsa 5,5 (Pepe 6); Inglese 6, Paloschi 5,5, Pellissier 6.