Ivan Juric, Gianpiero Gasperini e il Genoa: un intrigo che sembra vicino ad una svolta, almeno a giudicare dagli ultimi rumors rivelati dal quotidiano 'La Stampa'. Secondo i nostri colleghi, infatti, l'attuale mister del Crotone avrebbe già firmato un pre-contratto (della durata di tre anni) col club più antico di Italia.

Per l'annuncio bisogna attendere ancora qualche settimana, quando Preziosi incontrerà il tecnico Gianpiero Gasperini. La sensazione è che tutto ormai sia stato deciso, a prescindere dal pre-contratto che Ivan Juric avrebbe firmato con il Genoa.

Una vicenda che, seppur in contesti differenti, ricorda molto la (mala)gestione del caso Ballardini, scartato sia nel 2011 che nel 2013 in favore di Alberto Malesani e Fabio Liverani, al termine di due telenovele in cui tutto era già stato deciso da tempo. In entrambe le occasioni le parti avrebbero dovuto incontrarsi per discutere del futuro, ma il colloquio, dopo numerosi rinvii, non si è mai svolto. Proprio come sta accadendo in questi giorni tra Preziosi e Gasperini, che comunque dovranno necessariamente confrontarsi, visti i rispettivi legami contrattuali.

Preziosi-Gasperini, ecco i motivi della possibile rottura

I rapporti tra Enrico Preziosi e Gianpiero Gasperini non si sono logorati. Almeno non ancora. Le ultime stagioni con il tecnico di Grugliasco alla guida, sono stati molto buoni per il Genoa e per le casse della società, che ha potuto ottenere importanti plusvalenze dal mercato grazie al lavoro di valorizzazione del mister piemontese. Le sue recenti dichiarazioni, in cui chiedeva chiarezza al club, non sono affatto piaciute alla dirigenza.

Una pretesa, quella di Gasperini, sacrosanta nei confronti del presidente. Richieste precise, su obiettivi e sulle strategie di calciomercato. In soldoni, chiarezza e fine delle rivoluzioni. Ma il Genoa da parte sua non può accogliere queste richieste, consapevole che il proprio percorsodi consolidamento in Serie Apassa anche dal tourbillon in sede di trattative.

Si è parlato anche di un rapporto non proprio idilliaco con parte della dirigenza.

Secondo 'Repubblica', infatti, la figura di Sean Sogliano sarebbe stata selezionata per fare da filtro nei momenti più delicati. In ogni caso anche sull'ex ds dell'Hellas Verona ci sarà da fare chiarezza, perchè la sua posizione è tutt'altro che stabile. Deciderà tutto Preziosi, come sempre. Ma molti aspetti sono già chiari adesso.

Segui la nostra pagina Facebook!