Un esordio migliore di questo non poteva esserci per gli uomini di Conte, che contengono, limitano e battono una delle formazioni più forti di questo torneo.

Alla vigilia di questa grande match, intorno alla nostra Nazionale aleggiava grande scetticismo, colpa di una rosa priva di campioni e di una maglia numero 10 data, secondo i tifosi, a chi meno se la meritava: Thiago Motta. Gli azzurri, quindi, erano chiamati a fare l'impresa in un clima tutt'altro che rilassante, ma, contro i pronostici di tutti, hanno portato a casa 3 punti fondamentali in ottica qualificazione, battendo la squadra più pericolosa del girone, gettando il cuore oltre l'ostacolo e dominando per tutti i 90 minuti.

Certo, qualche qualche critica va mossa alla qualità espressa in campo: va bene l'impegno, ma gli errori in fase di impostazione sono stati troppi, e hanno rischiato di compromettere una prestazione eccellente.

La partita

L'Italia inizia bene, alzando subito il ritmo del gioco e pressando gli uomini di Wilmots, che però, a metà del primo tempo, prendono il mano il pallino del gioco, senza creare grandi problemi alla difesa azzurra, se non con due tiri da fuori di Naingollan. A sbloccare la partita ci pensa Bonucci, che dalla difesa fa partire un lancio per Giaccherini che, solo davanti a Courtois, non sbaglia: è 1-0.

Il resto del primo tempo e la prima parte del secondo, vede un netto dominio dell'Italia, che al 54' rischia di raddoppiare con Pellè, che però, a porta praticamente sguarnita, colpisce di testa mandando il pallone di poco fuori. Dal 60' in poi, l'Italia sparisce ed il Belgio ci chiude dentro la nostra area, senza creare comunque grandi pericoli. L' occasione più grande per i "diavoli rossi" capita al neo entrato Origi, che di testa, raccoglie un cross di De Bruyne, che spedisce di poco alto sopra la traversa.

Il Belgio tenta il tutto per tutto e lascia grandi spazi in difesa. All' 85' cerca di approfittarne Immobile, che lascia partire un gran destro, deviato prontamente da Courtois. Gli azzurri soffrono ma, in pieno recupero, chiudono definitivamente la partita con Pellè, che, al volo, finalizza un ottimo cross di Candreva.

Le dichiarazioni di Buffon nel post partita

Il portiere della nazionale e della Juventus non si trattiene per la gioia e, ai microfoni della rai a fine partita, rilascia dichiarazioni ironiche contro chi non credeva nel gruppo: "Sono veramente contento della partita, abbiamo dato tutto.

Eravamo partiti che eravamo molto scarsi, dopo stasera lo saremo di meno". Poi dichiara di essere d'accordo con le parole di Conte, che dice di "non aver fatto ancora niente", mancando ancora due partite alla fine di questo "girone della morte".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto