Tutto pronto per il derby di Milano. Si accendono le luci a San Siro; gara da sold-out, con 78mila tagliandi venduti. Questa sera, alle 20:45, Milan e Inter si affronteranno per la 217esima volta nella storia del calcio. Un derby che ha il sapore della svolta: l'Inter per riscattare un inizio di campionato disastroso, mentre il Milan per confermare quanto di buono fatto finora. La 13esima giornata di campionato di Serie A si chiuderà dunque col botto, un posticipo all'insegna dello spettacolo.

Milan-Inter, curiosità e numeri del derby di Milano

Sarà un debutto per entrambi gli allenatori. Sia Montella che il neo allenatore dell'inter, Stefano Pioli, proveranno per la prima volta l'emozione del derby milanese. Quello di questa sera sarà il derby numero 217 tra Milan e Inter: il bilancio è a favore dei nerazzurri, con 77 vittorie contro le 75 del Milan, e 64 pareggi. Meglio l'Inter nel campionato di Serie A; netto dominio dei rossoneri nelle coppe: tra Supercoppa italiana e Champions League si contano tre vittorie per il Milan, due pareggi e nessun trionfo per i nerazzurri.

Nell'ultimo derby disputato, roboante vittoria del Milan per 3 a 0 con le reti di Bacca, Alex e Niang. L'ultima affermazione dell'Inter in una stracittadina è arrivata il 13 settembre 2015: 1 a 0 con rete di Guarìn. Andrij Shevchenko guida la classifica dei cannonieri del derby milanese con 14 reti. Segue Meazza a quota 13: 12 realizzate con la maglia dell'Inter e 1 con quella dei rossoneri. Chiudono il podio dei cannonieri Gunnar Nordahl e István Nyers, appaiati a quota 11.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter Milan

Il record di presenze, con ben 56, spetta a Paolo Maldini, seguito da due "mostri sacri" interisti come Javier Zanetti e Giuseppe Bergomi, fermi rispettivamente a 47 e 44 presenze.

Milan-Inter, le probabili formazioni

Molte delle curiosità in merito a questo derby sono rivolte alla formazione che schiererà Pioli questa sera. Il modulo tattico prescelto dovrebbe essere il 4-3-3, che Pioli ha utilizzato anche nelle sue due ultime esperienze sulle panchine di Lazio e Bologna.

Handanovic ha il posto assicurato tra i pali; sulle fasce dovrebbero giocare D'Ambrosio e Ansaldi, mentre Miranda e Murillo dovrebbero essere i difensori centrali, anche se non è da escludere che possa essere scelto Medel al posto del centrale colombiano. Il cileno, qualora non dovesse giocare in difesa, potrebbe essere utilizzato come vertice basso di centrocampo; al suo fianco Joao Mario e Brozovic.

In avanti Candreva e Perisic a supporto dell'unica punta Icardi. Se così fosse, pochi cambi in confronto al recente passato dell'Inter che, a questo punto, dovrà contare soprattutto sulla voglia di riscatto dei calciatori.

Pochi dubbi di formazione per Montella. Il Milan scenderà in campo con il classico 4-3-3. Donnarumma tra i pali; in difesa Abate, Paletta e De Sciglio dovrebbero avere il posto assicurato.

L'unico dubbio di formazione è sull'impiego di Romagnoli che ha recuperato dall'infortunio ed è favorito su Gomez. Locatelli dovrebbe agire nel cuore del centrocampo, con le due mezzali Kucka e Bonaventura. Tridente composto da Suso, Niang e Bacca.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto