Prende il via proprio oggi il processo relativo allo scandalo del calcioscommesse, la cui inchiesta è iniziata nel lontano 2010 e ha portato alla luce numerosi personaggi e azioni che hanno fatto e continuano a far capire che probabilmente questa piaga non avrà mai fine fino a quando non si interverrà con decisione nei confronti dei responsabili. In una intervista concessa quest'oggi al quotidiano sportivo La Gazzetta dello Sport, il procuratore di Cremona Roberto Di Martino (che a breve andrà in pensione, ndr) ha chiarito alcuni aspetti relativi alla vicenda, lasciando intendere che potrebbero emergere nuovi inquietanti particolari relativi a tale scandalo ("Il processo di Cremona può diventare più interessante di una partita" ha affermato).

L'avvertimento ai tifosi

"Sarebbe istruttivo seguire il processo sul calcioscommesse - ha affermato Di Martino - soprattutto per i tifosi, troppo spesso abbagliati da una fede e sempre pronti a difendere i loro beniamini anche quando le attività investigative dicono altro. Oltre a guardare le partite - ha proseguito - chi ha a cuore lo sport farebbe bene ad informarsi anche su quello che accadrà nel processo di Cremona".

Rispunta anche Antonio Conte

Dopo aver parlato anche a proposito del fatto che sulle maglie della Nazionale italiana di calcio ci sia uno sponsor relativo alle scommesse sportive ("Non serve un magistrato per dare un giudizio sportivo su questa cosa..."), l'attenzione si sposta ancora sull'attuale allenatore del Chelsea Antonio Conte: "La Procura di Brescia ha fatto ricorso sull'assoluzione di Conte?

Vuol dire che le accuse non erano campate in aria. Ho girato ai colleghi un memoriale - ha detto Di Martino - è in buone mani".

Infine una considerazione piena di speranza nei confronti di quello che è considerato lo sport più bello del mondo: "Mi auguro che un calcio pulito sia possibile - ha concluso il procuratore - ma dipende dai calciatori: devono dire no alle proposte e denunciare chi le fa". Un augurio che tutti gli appassionati di calcio sperano possa diventare finalmente realtà.