Con il pareggio del Napoli contro il Palermo nel posticipo di Domenica si è chiusa la ventiduesima giornata di Serie A: la Juventus vince agevolmente e allunga sulle dirette inseguitrici, la Roma (sconfitta a Genova con la Samp) e lo stesso Napoli. Continua a vincere l'Inter di Pioli, 3 reti a 0 nell'anticipo di Sabato con il Pescara. Brusca frenata per Milan e Lazio. Ecco il pagellone della giornata appena conclusa:

Voto 10 a Diego Falcinelli, autore di una splendida prestazione nella sfida salvezza contro l'Empoli condita da ben tre reti. Probabilmente il Crotone non riuscirà comunque a salvarsi, ma l'impegno del bomber non si può certo mettere in discussione.

Voto 9 alla nuova Juve che vince, convince ed allunga sulle inseguitrici.

Voto 8 a Stefano Pioli capace di prendere in mano un'Inter allo sbando più totale e riportarla nelle posizioni che più gli competono.

Voto 7 a Sorrentino. Se il Chievo è riuscito a portare a casa tre punti nella difficile trasferta di Roma con la Lazio, è merito soprattutto del suo numero 1, capace di tenere la porta inviolata nonostante i numerosi tentativi di Anderson e compagni.

Voto 6 al 3-3 di Fiorentina-Genoa. Gol e spettacolo all'Artemio Franchi: bene gli attacchi, da rivedere le difese.

Voto 5 al Napoli. La prestazione non è da buttare, ma non vincere in casa contro una delle squadre più deboli del campionato è un autogol clamoroso, in considerazione della sconfitta della Roma.

Voto 4 come i gol subìti, all'Empoli. Va bene che la terz'ultima rimane a distanza di sicurezza, ma prendere 4 gol da questo Crotone è davvero troppo.

Voto 3 alla vicenda Manolas. Poca chiarezza sul rinnovo di contratto, Spalletti lo lascia fuori e il giocatore sembra scontento. Urge una soluzione.

Voto 2 agli arbitri di Udinese-Milan e Samp-Roma.

Se Roma e Milan escono sconfitte dalle trasferte di Udine e Genova, una grossa responsabilità è dei pessimi arbitraggi. Alla Roma è stato fischiato un fuorigioco inesistente che avrebbe fruttato un calcio di rigore allo scadere. È andata ancora peggio al Milan: fallaccio di De Paul su De sciglio, il giocatore non viene espulso e un minuto dopo sigla il gol decisivo con il terzino rossonero che era fuori per infortunio.

Voto 1 al siparietto post Lazio-Chievo. Fine partita concitato quello di Lazio-Chievo: il capitano biancoceleste, Lucas Biglia, per difendere la moglie presente in tribuna ha ricevuto insulti e sputi da parte di un tifoso.