Dopo l'amarezza della sconfitta contro il Real Madrid, Lorenzo Insigne autore del goal del vantaggio al Bernabeu si racconta ai microfoni del Corriere Dello Sport in un'intervista esclusiva. L'attaccante napoletano svela i retroscena della partita e le dinamiche che lo hanno portato a segnare un goal di spessore contro una squadra che ha vinto tutto, anche l'inimmaginabile. Promette un Napoli diverso al San Paolo, una squadra viva che si giocherà tutto per la qualificazione.

Dopo il goal non capivo più nulla

'E' avvenuto tutto in un batter d'occhio. Hamsik riceve palla e me la serve con un assist millimetrico. Ho guardato Navas e mi è parso di scorgerlo fuori porta così ho tirato imprimendo forza e dando al pallone la giusta traiettoria. Sono stato fortunato. La palla è entrata in rete, non riuscivo a credere a ciò che era successo, non capivo più nulla. Eravamo in vantaggio di una rete a zero.

Segnare in quello stadio ti rende felice in una maniera diversa, ti lascia il segno. E' un peccato che tutto ciò sia durato solo dieci minuti. L'amarezza per la sconfitta rimane. Il Real Madrid ha fatto una buona partita, ma non meritavamo di perdere con un tale scarto.' - questo il racconto del goal segnato da Lorenzo Insigne al Real Madrid circa 8 minuti dopo il fischio d'inizio: un goal che entrerà nella storia, l'esito della partita un po' meno.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Real Madrid

Lorenzo Insigne sulla partita di ritorno al San Paolo: 'Il Napoli è vivo, lo vedrete al ritorno.'

Lo scugnizzo napoletano non nasconde la difficoltà della partita ammettendo che non pensava affatto di vincerla sull'1-0 - 'Quando ti ritrovi a giocare contro di loro capisci di che pasta siano fatti, capisci cosa vuol dire giocare contro i campioni e anche come vanno affrontate queste gare. Noi non siamo al loro livello e abbiamo bisogno di crescere.

Queste partite e le delusioni che derivano da esse ci aiuteranno a migliorare e a rialzarci. Certo, abbiamo giocato diversamente dal nostro solito, ma non è stata paura o timore. I calciatori del Real Madrid sono dei fuoriclasse, ma non sono dei mostri. A noi è mancato qualcosa.'

Maradona ci ha detto: 'Adesso tocca a voi'

Svelato anche il breve discorso di incoraggiamento fatto da maradona poco prima dell'entrata in campo.

'Fate ciò che io non sono riuscito a fare in passato. Dopo 30 anni, tocca a voi adesso. Credeteci!' - così l'argentino ha caricato la squadra negli spogliatoi.

Lorenzo Insigne si mostra speranzoso in vista della gara di ritorno e soprattutto crede che la sua squadra possa fare di meglio: 'Il Napoli è vivo, lo vedrete al ritorno.'

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto