Juventus-Inter è da sempre una partita a sè. Comincia una settimana prima e non finisce nemmeno una settimana dopo, soprattutto se il match viene condizionato da alcuni errori arbitrali. Ed è quanto successo domenica, con l'arbitro Nicola Rizzoli finito nel mirino della società nerazzurra e dei suoi tifosi per tre rigori non concessi per due falli sul capitano Mauro Icardi e una trattenuta di maglia su Danilo D'Ambrosio.

Episodi commentati anche dall'ex arbitro Graziano Cesari, che nella moviola per Premium Sport nel post partita aveva affermato come i rigori non ci fossero. Un affermazione che ha trovato l'opposizione sia del tecnico dell'Inter, Stefano Pioli, sia degli opinionisti in studio tra cui Maurizio Pistocchi, l'ex difensore dell'Inter Riccardo Ferri e l'ex centrocampista della Juventus, Alessio Tacchinardi.

Un arbitraggio che ha surriscaldato gli animi e ha portato all'espulsione di Ivan Perisic e alla squalifica di Mauro Icardi per aver inveito contro l'arbitro di porta Orsato e aver calciato il pallone verso lo stesso Rizzoli al triplice fischio finale.

La Repubblica, però, svela un retroscena su quanto successo durante il derby d'Italia, affermando che il centravanti argentino avrebbe apostrofato Orsato con un "Bravo fenomeno".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Inter

Ma durante la partita sarebbero stati due i bianconeri a rendersi protagonisti di insulti verso Rizzoli. Il primo è il centrocampista bosniaco, Miralem Pjanic, che dopo un ammonizione ricevuta ha mandato palesemente a quel paese il direttore di gara; l'altro è il centravanti argentino bianconero, Gonzalo Higuain, che avrebbe usato parole ostili nei confronti dell'arbitro e, secondo sempre Repubblica, il labiale sarebbe inequivocabile.

Senza dimenticare Stephan Lichtsteiner, che al momento della sostituzione, si è lasciato andare ad un'evidente bestemmia. L'arbitro Rizzoli, però, come successe qualche anno fa quando il capitano della Roma, Francesco Totti, lo mandò più volte a quel paese, e come successo lo scorso anno con il quasi testa a testa con Leonardo Bonucci per proteste durante il derby di Torino, ha voluto sorvolare sia con Pjanic, sia con Higuain.

La domanda che sorge spontanea è: Perchè non ha fatto lo stesso con i due calciatori dell'Inter?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto