El Clasico di Spagna decisivo per le sorti del campionato è l’affascinante proposta nella 33ᵃgiornata della Liga: Real in vetta con 3 punti di vantaggio sul Barça e il bonus di una partita da recuperare (in trasferta contro il Celta Vigo), a sei turni dalla conclusione è chiaro che un eventuale successo dei campioni d’Europa metterebbe una seria ipoteca sul 33esimo scudetto Blancos, e salvo clamorosi sconvolgimenti finali, i catalani rischiano di essere tagliati fuori dalla corsa anche con un pareggio, quattro giorni dopo aver salutato la Champions per mano della Juventus.

Reduce invece dalla qualificazione alle semifinali a spese del Bayern dell’ex Ancelotti (anche grazie a qualche “aiutino”), il Real Madrid si presenta alla sfida di domenica sera in condizionali mentali decisamente migliori rispetto all’avversario.

Ma il “derby di Spagna” è una partita a sé e nulla è dato per scontato, se non le emozioni e l’interesse globale che suscita. Real Madrid-Barcellona si gioca domenica 23 aprile al Santiago Bernabeu, il calcio d’inizio è fissato alle ore 20.45 e la sfida sarà trasmessa in diretta tv su Fox Sports, canale 204 del bouquet Sky.

Real- Barça, la sfida che può decidere la Liga

In attesa delle semifinali Champions, la compagine di Zidane torna a concentrarsi sulla Primera Division con l’idea è di chiudere virtualmente il discorso. Nel turno precedente vittoria per 3-2 in rimonta sul campo del Gijon; 7 vittorie e il pareggio nel derby contro l’Atletico nelle ultime otto giornate, imbattuto al Bernabeu (12-4).

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Real Madrid

Sono solo alcuni dei grandi numeri del Real prima di questa sfida, probabilmente, decisiva.

Sul fronte opposto, per riabilitarsi dall'eliminazione in Champions, Messi e soci devono vincere la Liga e il tentativo passa inevitabilmente per un blitz al Bernabeu. 10, finora, le vittorie del Barça lontano dal Camp Nou (3 e 3 completano il ruolino esterno del Barcellona). La squadra di Luis Enrique vanta l’attacco numero 1 di Spagna ed è reduce dal 3-2 inflitto alla Real Sociedad, tornando così alla vittoria dopo la brutta sconfitta di Malaga (2-0) che è costata anche la squalifica di Neymar, oggi ancora fuori. Dall’altra out Bale.

Precedenti e curiosità del Clasico

E’ il confronto tra i club più titolati di Spagna e una delle partita dal profilo internazionale più elevato in assoluto. La rivalità tra i Blaugrana e le Merengues è antica e leggendaria, ma la sua genesi può essere fatta risalire alla semifinale della Copa del Generalísimo 1943: 3-0 Barcellona all’andata, clamoroso 11-1 Real Madrid nel ritorno all’Estadio Chamartín. Un passivo che fece insinuare di presunte e pesanti pressioni sui giocatori catalani affinché perdessero la partita.

Entrambi argentini i calciatori che sono andati più volte in gol nel Clasico con le due casacche: Lionel Messi per il Barcellona (21 reti) e Alfredo Di Stefano per il Real Madrid (18 reti), Cristiano Ronaldo, per ora, è fermo a quota 16.

Nei precedenti è di un soffio avanti il Real (72 a 68 nella Liga, 93 a 91 in tutte le gare ufficiali); all'andata finì 1-1. Un pronostico? la nostra sensazione è di un Barcellona verso la fine di un grande ciclo, o comunque sazio di trionfi: 1.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto