L’Inter si prepara alle grandi manovre i mercato: Suning vuole fare le cose in grande. Zhang ha intenzione di costruire una squadra che possa lottare per lo scudetto o, eventualmente, ottenere un posto in Champions League. Ma quest’ultimo sarebbe soltanto l’obiettivo minimo. Intanto è partito il mercato dell’Inter: il primo acquisto, confermato dal presidente del Torino Urbano Cairo, a margine dell’inaugurazione del nuovo stadio Filadelfia, è quello del portiere padelli. Sarà il vice Handanovic: “Andrà all’Inter” è stata la risposta del patron granata, rilasciata a Torino.it e riportata anche da Tuttomercatoweb.

Diakhaby e Dalbert: trattative in stato avanzato

Nel frattempo, si attende l’annuncio del nuovo allenatore Spalletti: dovrebbe arrivare lunedì. Le idee della dirigenza nerazzurra sono chiare: secondo la Gazzetta dello Sport, si lavora per Diakhaby, forte difensore centrale del Lione. Il classe 96’, originario della Guinea, piace molto a Spalletti. Si tratta di un'operazione in stato avanzato, anche se non ancora conclusa. La richiesta del club francese è di 20 milioni di euro; l’Inter vorrebbe chiudere a 13-15 milioni.

Un altro elemento che piace molto è Dalbert, terzino del Nizza. La difesa dell’Inter è il reparto che subirà le maggiori modifiche: i francesi chiedono 13 milioni, l’Inter vorrebbe spendere meno.

Si lavora con costanza anche per Rudiger e Marquinos. Vedremo cosa accadrà.

Suning vuole una dirigenza tutta italiana

A differenza delle voci che circolavano nei giorni scorsi, in particolare su alcune differenze di vedute tra Sabatini e Ausilio, dobbiamo dire che non sembra affatto così: i due sono sono in perfetta sintonia.

Ausilio ha carta bianca e sta portando avanti diverse trattative. La dirigenza, a giorni, si arricchirà di un nuovo collaboratore italiano: si tratta di Dario Baccin. Sarà lui il braccio destro di Ausilio.

Bisogna, invece, ancora attendere per il ritorno dell’ex bandiera Gabriele Oriali. Confermati Antonelli e Giardini. Un dato è certo: a Corso Vittorio Emanuele sono partite le grandi manovre.

I tifosi devono stare tranquilli: Suning vuole vincere e, per farlo, metterà a disposizione una squadra di tutto rispetto.

Non cambia la sede del ritiro estivo

Non dovrebbe cambiare la sede del ritiro estivo che, secondo quanto afferma La Gazzetta dello Sport, sarà Riscone di Brunico. Il nuovo tecnico Spalletti conosce molto bene il posto, essendoci già stato con la Roma. Sono state rese note anche le prime amichevoli: il 9 luglio l’Inter giocherà contro gli austriaci del Wattens, il 15, invece, contro i tedeschi del Norimberga.