Riuscirà l'italia a conquistare il suo sesto titolo continentale a distanza di 13 anni dall'ultimo successo? Nel 2004 vinse con un 3-0 in finale contro l'allora Serbia e Montenegro, tre reti firmate da Bovo, Gilardino e De Rossi. Intanto, l'Italia è sicuramente tra le favorite della prossima edizione del campionato Europeo che si terrà in Polonia, c'è la volontà di riscattare la sfortunata partecipazione di 2 anni fa.

I convocati

La rosa a disposizione del mister Luigi Di Biagio è di qualità elevata: i 3 portieri sono Cragno, Scuffet e Donnarumma, due di serie A con il giovane portiere del Benevento, che tanto bene ha fatto nell'ultima stagione, e con cui domani sera si giocherà il ritorno della finale Playoff di B per accedere alla serie A dopo il pareggio 0-0 maturato all'andata sul Carpi. I tre, sono tutti portieri di livello, e tra loro sicuramente spicca il nome di Donnarumma, che è stato concesso dalla nazionale A.

I difensori scelti sono: Calabria, Barreca, Rugani, Conti, Caldara, Biraschi, Murru e Alex Ferrari, di cui solamente uno gioca in serie B (Ferrari) mentre gli altri sono o titolari nei rispettivi club (Caldara e Conti nell'Atalanta, Barreca nel Torino, Murru nel Cagliari) o prime riserve (Rugani, Calabria e Biraschi). Avere una coppia di difensori centrali quale Caldara-Rugani in questi tipi di competizioni può essere fondamentale per raggiungere risultati importanti.

A centrocampo poi, ci sono solo giocatori provenienti dalla serie A: Cataldi, Pellegrini, Grassi, Benassi, Gagliardini e Locatelli. Insomma, un centrocampo con molti piedi buoni, ma in cui forse manca il classico mediano di rottura per fermare gli avversari. A livello di qualità è probabilmente il miglior centrocampo della competizione. In attacco i convocati sono: Chiesa, Garritano, Petagna, Bernardeschi, Cerri e Berardi e qui si può notare un problema nel reparto di centravanti in cui manca un attaccante prolifico (né Petagna né Cerri lo sono), ma che può contare su ali agili e prolifiche come i due Fiorentini (Chiesa e Bernardeschi), e Berardi.

Il girone dell'Italia

Nel girone l'Italia dovrà affrontare la Germania (il cui centrocampo con Meyer, Dahoud, Gnabry, Arnold può impensierire chiunque) il 24 Giugno a Cracovia, la Danimarca ( dove in attacco spicca Zohore) il 18 Giugno ancora a Cracovia, la Repubblica Ceca (in cui giocano il centrocampista Jankto e l'attaccante Schick) il 21 Giugno a Tychy. Insomma, non è certo un girone facile per gli azzurri, che comunque sono tra i favoriti per il passaggio del turno.

Oltre al girone dell'Italia ci sono altri 2 giorni: il girone A ,con la nazione ospitante, la Polonia (a cui mancheranno i due napoletani Milik e Zielinski non concessi dal club partenopeo, ma che potrà contare sul portiere Dragowski e il centrocampista Linetty), la Slovacchia (di Skriniar),l'Inghilterra (con i vari Gray, Redmond, Hughes, Grealish) e i campioni in carica della Svezia. Nel girone B invece ci saranno i finalisti della scorsa edizione: il Portogallo (con Joao Cancelo, Bruno Fernandes, Renato Sanches e Bruma), la Serbia (del torinista Lukic), la Macedonia e la Spagna (ricca di talenti in ogni reparto grazie ad Arrizabalaga, Gaya, Bellerin, Deulofeu, Saul, Denis Suarez, Asensio, Mayoral e Williams)

Il nuovo formato con 3 gironi prevede il passaggio alle semifinali per le prime classificate e un ulteriore posto per la migliore tra le seconde che, nel caso fosse tra le squadre del girone A, affronterebbe la prima del girone B, mentre negli altri due casi la prima del girone A se la vedrebbe con la seconda del gruppo B o C.

Non resta che augurare buona fortuna agli azzurrini sperando che la finale del 30 Giugno a Cracovia si giochi tra la squadra italiana ed un altra contendente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto