Nella conferenza stampa prepartita contro la Sampdoria, persa 3-0 dai "Satanelli" allo stadio "Luigi Ferraris" di Genova a causa delle reti di Barreto, Caprari e Kownacki, mister Giovanni Stroppa aveva detto: <<servirà un'impresa>> che, col senno del poi, non c'è stata. Tuttavia l'allenatore di Mulazzano potrà certamente valutare le tante indicazioni ricevute dai propri calciatori nel corso della partita valida per il Terzo Turno della Tim Cup.

Centrocampo ok, difesa ed attacco da perfezionare

Il centrocampo dei rossoneri è stato certamente il reparto migliore della squadra.

Pubblicità
Pubblicità

Il trio formato da Agazzi, Vacca e Deli è sicuramente più che collaudato, avendo giocato i tre calciatori assieme già dalla passata stagione, precisamente dall'arrivo dell'ex Paganese alla corte di Stroppa nel primi giorni della sessione del calciomercato di gennaio. Proprio Deli è stato il calciatore che ha creato più grattacapi alla retroguardia doriana, andando al tiro per tre volte senza però avere la fortuna di riuscire a battere Puggioni. Inoltre i centrocampisti hanno tenuto bene testa ai pari ruolo avversari, facendo anche un buon lavoro per tenere corta la squadra, aiutando la difesa e cercando di alimentare le azioni offensive.

Non hanno dato invece le stesse garanzie della mediana il reparto di difesa ed attacco. Stroppa ha cambiato, complice anche la squalifica di Loiacono, per metà la difesa titolare della passata stagione, schierando Gerbo in posizione di terzino destro e preferendo Empereur a Coletti per la maglia da centrale sinistro, con l'intesa non perfetta che ha causato i primi due gol della Sampdoria. Nel reparto avanzato, invece, il tecnico rossonero ha preferito Fedato e Milinkovic a Floriano e Chiricò rispetto al match precedente, confermando il solo Mazzeo titolare (che ha avuto pochissimi palloni giocabili, ndr), senza ottenere però i risultati sperati. Anche in questo caso servirà trovare un miglior amalgama.

Pubblicità

La condizione fisica della squadra

Inutile negare che la condizione fisica del Foggia sia più che lontana da quella ideale: dopo la sospensione al 75' della contro il Castello 2000 (disputata a Castel di Sangro, sede del ritiro dei "Satanelli", ndr) fu annullata anche quella prevista sempre sullo stesso terreno di gioco contro il Teramo, ed in seguito gli uomini di Stroppa hanno effettuato solamente un allenamento congiunto con i calciatori dell'Omnia Bitonto presso il campo sportivo della caserma dell'Aeronautica militare di Amendola.

Probabilmente la vittoria contro il Vicenza nel Secondo Turno di Tim Cup, con il Foggia capace di segnare due reti nella ripresa, con Mazzeo e Milinkovic, alzando il ritmo nella ripresa dopo il momentaneo pareggio di De Giorgio, aveva parzialmente nascosto questa problematica che però potrà essere certamente risolta dall'affidabile e competente staff di Stroppa prima del fischio iniziale del campionato di Serie B.

Leggi tutto