La sessione estiva di calciomercato si è conclusa solo una settimana fa ma in casa Inter già si pensa a come migliorare la rosa a disposizione del tecnico, Luciano Spalletti, a gennaio.

I nerazzurri, infatti, non hanno potuto muoversi con grande libertà in estate non solo per i paletti imposti dal Fair Play Finanziario, ma anche per il blocco imposto dal Governo cinese, che ha detto stop agli investimenti verso l'estero alle proprie aziende. Tra queste rientra, ovviamente, anche Suning ma il 19 ottobre ci sarà il congresso del PCC che dovrebbe porre fine a questo blocco o, comunque, alleviare la morsa permettendo alcuni investimenti.

Il patron del colosso di Nanchino, Jindong Zhang, vorrà rifarsi e mettere a tacere le critiche che ci sono state in questi giorni a causa dei mancati grandi colpi arrivati in casa Inter che erano stati preannunciati a giugno e luglio.

Rinforzi in difesa per l'Inter

Il primo obiettivo sarà quello di rinforzare la difesa visto che a disposizione di Spalletti sono rimasti i soli Joao Miranda, Milan Skriniar ed Andrea Ranocchia dopo la cessione del difensore e centrocampista cileno, Gary Medel, al Besiktas per cinque milioni di euro e quella del centrale colombiano, Jeison Murillo, al Valencia per undici milioni di euro.

Il direttore sportivo, Piero Ausilio, ha confermato come si sia provato ad acquistare un difensore centrale fino all'ultimo giorno di mercato, affermando come ci fosse una trattativa in corso per il difensore centrale tedesco dell'Arsenal, Shkodran Mustafi.

A far saltare le trattative non sono state le richieste dell'Arsenal che, anzi, aveva accettato la cessione in prestito con diritto o obbligo di riscatto, bensì le pretese economiche dell'ex difensore di Valencia e Sampdoria, che ha chiesto un contratto da quattro milioni di euro a stagione più bonus, rispetto a 2,5 percepiti a Londra.

A gennaio, però, nel mirino sembra esserci un altro difensore di primissimo livello: si tratta del difensore centrale tedesco del Bayern Monaco, Jerome Boateng. Stando a quanto riportato da Tuttomercatoweb, se il blocco del governo cinese dovesse essere rimosso, Suning ha già dato l'ok per sferrare l'assalto al calciatore per portare a Milano quel giocatore di livello e funzionale alla causa.

Boateng, classe 1988, ha una valutazione tra i trenta ed i quaranta milioni di euro e potrebbe essere ceduto visto che i bavaresi sono già coperti, con la coppia centrale formata da Hummels e Sule.