Dai confronti recenti, e deludenti, con Lazio e Sampdoria sono scaturiti attorno al Milan malumori e polemiche che hanno messo, come accade sempre in casi simili, sul banco degli imputati l’allenatore Vincenzo Montella. Su di lui grava infatti l’arduo compito di far fruttare un mercato, come è stato per l’appunto quello del Milan, da quasi 240 milioni di euro (ai quali vanno sommati 165 milioni di deficit): mercato che è risultato essere uno dei più importanti, ma soprattutto onerosi, fatti in Europa.

Per onestà di cronaca bisogna però tener presente che è mancato l’acquisto di un fuoriclasse di livello internazionale e questo sembra penalizzare Montella che si troverebbe – usare il condizionale è d’obbligo – con dei “doppioni”, seppure di grande valore e qualità.

Dal quel che appare a chi segue gli eventi dall’esterno della società, nessuno dei dirigenti ha intenzione, o ne avrebbe nel prossimo futuro, di fare autocritica per il mercato. Ne consegue che tocca all’allenatore – "Montella sei stato nominato", direbbero al Grande Fratello - il ruolo di principale accusato per l’andamento della squadra. Tra le altre cose la partecipazione alla Champions il prossimo anno è una priorità assoluta per la società. Senza gli introiti che ne deriverebbero il Milan si troverebbe infatti ad affrontare pesanti scadenze economiche alle quali non saprebbe come far fronte, salvo cessioni di mercato molto importanti.

Le parole di Vincenzo Montella

Montella ha dichiarato che sta lavorando con quella che definisce la sua “fisiologica” senza però specificare con precisione di cosa si tratti.

Resta comunque fiducioso sul fatto che riuscirà con il tempo a dare alla squadra la giusta fisionomia e mentalità. È infatti convinto che con il giusto tempo sarà in grado di alzare il livello delle prestazioni dei calciatori.

Non siamo sicuri che le dichiarazioni di intenti di Montella possano bastare a tranquillizzare un ambiente che per il momento sembra in fermento.

Alcune voci – ma si tratta per l’appunto di solo voci – lo vorrebbero addirittura a un passo dall’esonero. Sembra però, per sua fortuna, che la società abbia ancora fiducia nel tecnico partenopeo. Resta il malcontento dei tifosi - l’hashtag #Montellaout è diventato virale in poche ore.

Scommettere sull'esonero di Montella? Ecco le quote

Su Sisal Matchpoint si può puntare sull’esonero dell’allenatore rossonero con la scommessa Allenatore esonerato Sì- No. Per il momento l’esonero – SI - è proposto a 5 volte la posta contro 1.12 della quota sul No.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!