Il Milan con Gattuso avrà un'altra identità. Si tratta di una considerazione quasi pleonastica, alla luce del fatto che ogni squadra avrebbe il compito di assumere i connotati caratteriali del proprio tecnico. Compassata e più badante al sottile quella di Montella, aggressiva e più concreta quella di Gattuso. E non è detto che un metodo sia migliore dell'altro, fino a quando i risultati non diranno quale sia la strategia vincente.

Gattuso ha già fatto sapere che intende costruire un'organizzazione tattica che si esponga il meno possibile alle ripartenze, adottando un sistema di gioco che faciliti la copertura del campo e, allo stesso tempo, consenta di produrre conclusioni verso la porta avversaria senza troppi passaggi intermedi.

E' praticamente certo che Gattuso si affiderà al 3-4-3, un modulo che può dare la possibilità ad interpreti come Suso e Calhanoglou di giocare più vicini alla punta, fornendo assist e avendo la possibilità di far valere il proprio calcio dalla distanza.

Milan: il modulo di Gattuso

Il Milan, mantenendo la difesa a tre, darebbe la possibilità di continuare a giocare a Bonucci nella sua posizione più congeniale, in mezzo ad altri due centrali. Passare a quattro in un certo senso avrebbe delegittimato il colpo più roboante dell'estate rossonera. Invece c'è voglia di puntare ancora su di lui e di rilanciarlo come pilastro della rifondazione rossonera. Il passaggio al 3-4-3 apre, però, dei punti interrogativi importanti rispetto al ruolo che potrebbero presto avere altri interpreti.

Ad esempio, giocare sempre con un unico centravanti potrebbe rendere un lusso mantenere in organico sia Kalinic che André Silva, considerata anche la presenza di Cutrone. Pensare che già a gennaio possa esserne ceduto uno per prendere magari un calciatore più funzionale è un'ipotesi difficile, ma non del tutto remota.

Calciomercato Milan: il ritorno che piace

Il Milan, giocando con il tridente potrebbe avere necessità di ampliare la propria scelte offensive sull'esterno. Pertanto se, come pare, dovesse aprirsi uno spiraglio per riportare Deulofeu, i rossoneri potrebbero davvero tornare a manifestare un certo interessamento. La motivazione risiede nel fatto che il Barcellona intende farlo partire ed il calciatore ha voglia di non perdere il treno per i mondiali.

Il Milan non è la soluzione più concreta per lui, ma l'arrivo di Gattuso e la scelta del 3-4-3 potrebbero stimolarlo e non poco. Da valutare gli eventuali aspetti economici della vicenda.