Gennaro Gattuso si è preso il Milan. Il tecnico di Corigliano Calabro parla da vero condottiero ai microfoni facendo un bilancio a 360 gradi sulla stagione rossonera dentro e fuori dal campo. Ringhio si è detto pronto ad affrontare la Roma e di non voler pensare al resto delle partite che attendono il Milan, concentrandosi solo sulla partita contro i giallorossi.

Gattuso e i tifosi rossoneri: un amore senza fine

All’inizio della sua intervista Gattuso ha da subito avuto un’attenzione particolare verso i tifosi rossoneri, che secondo lui sono tornati a sostenere la squadra.

All’inizio della stagione erano infatti 50 mila i tifosi che costantemente seguivano il Milan a San Siro, ma poi a dire di Gattuso sono letteralmente scomparsi; ora che l’entusiasmo sta tornando, Ringhio ammette che bisogna cercare di non spegnere le speranze, consentendo ai tifosi di credere in un gran finale di stagione. Dal canto loro, i tifosi rossoneri hanno da subito ammirato la grinta di Gattuso e la sua capacità di far rendere al massimo gli acquisti estivi, i quali erano finiti nell’ombra sotto la guida tecnica di Vincenzo Montella.

Bonucci diffidato? No problem, ecco le novità di formazione

Il tecnico rossonero si è lasciato scappare qualche indizio riguardante la formazione che affronterà la Roma nel posticipo serale di serie A.

Gattuso ha infatti affermato come non si priverà di Leonardo Bonucci, che vista la diffida è a rischio per il derby di domenica prossima. Il Milan non può fare a meno della solidità data nelle ultime gare dal reparto difensivo, che gli ha consentito di portare a termine ben 7 ‘clean sheet’ nelle ultime 11 partite giocate. I rossoneri, inoltre, non perdono da quasi due mesi ed il merito non può che essere del tecnico Gattuso che ha saputo coadiuvare al meglio tutti i reparti rossoneri.

Per quanto riguarda il match contro la Roma, dopo aver detto di Bonucci, la formazione ipotizzata vede il solito modulo di Gattuso, ma potrebbero cambiare gli interpreti. Sulla corsia di destra, infatti, è apertissimo il ballottaggio tra Ignazio Abate e Calabria, con il primo leggermente favorito. A centrocampo tornerà dal primo minuto Frank Kessiè, ed è questo l’unico reparto in cui non ci sono dubbi di formazione.

In attacco, un altro dubbio attanaglia il tecnico rossonero, con Cutrone e Kalinic che si giocano una maglia da titolare, ma difficilmente Ringhio si priverà della giovane rivelazione rossonera.