Il mercato del Milan è ufficialmente fermo, in attesa che l'Uefa si pronunci sul futuro dei rossoneri e, soprattutto, sulla loro partecipazione alla prossima Europa League. Eppure Massimiliano Mirabelli sta seguendo una serie di giocatori sotto traccia, per tentare di completare la rosa a disposizione di Gennaro Gattuso. In attesa di conoscere il futuro di Carlos Bacca, non ancora riscattato dal Villareal, il Milan deve sondare il terreno per un attaccante valutando due ipotesi: con la prima, che contempli la partecipazione alla competizione europea, sarà caccia a un top player, in caso contrario, si dovrà trovare comunque un rinforzo valido per l'attacco.

Tutte le piste prima di Simone Zaza

Gattuso, già al lavoro per preparare il suo Milan del futuro, ha blindato Andrè Silva e Nicola Kalinic, almeno a parole. Ma nonostante ciò, non ha nascosto la necessità di un bomber per rinforzare il suo attacco. Ecco quindi che tutte le piste possibili sono state sondate e le ipotesi e i rumors di mercato hanno iniziato a moltiplicarsi. Proprio Silva potrebbe essere inserito in una trattativa per arrivare a Radamel Falcao, che milita nel Monaco ed è assistito da Jorge Mendes, so stesso agente del giovane gioiellino portoghese del Milan.

Tornando invece un po' indietro, dopo la pista che portava il Milan sulle tracce di Andrea Belotti e quella verso Ciro Immobile, negli ultimi giorni si è fatto il nome del fortissimo e giovanissimo Timo Werner, attaccante della nazionale tedesca in forza al Lipsia.

A scaldare però l'ambiente milanista è stata l'ipotesi, ancora non del tutto tramontata, di un possibile arrivo di Gonzalo Higuain. Il risvolto della medaglia dell'arrivo di questo top player dalla Juventus, però, è rappresentato dal fatto che ciò spalancherebbe le porte per una partenza in direzione opposta di Giacomo Bonaventura.

Un altro nome accostato al mercato del Milan è poi quello di Lucas Perez, che l'Arsenal potrebbe dar via per una cifra ragionevole, visto che non rientra nei piani del nuovo tecnico Unai Emery. L'attaccante può ricoprire il ruolo attualmente occupato da Jesus Suso, che da molti è dato in partenza per via di una clausola (molto bassa in rapporto al suo reale valore), per via della quale lo rende un grosso affare per le squadre di mezza Europa.

Ultimo nome che la stampa vede in orbita Milan è quello del giovane attaccante olandese Memphis Depay, che Mirabelli sarebbe andato a vedere di persona in occasione dell'amichevole con gli azzurri. Sulla sua presenza a Torino, Mirabelli ha scherzato con Gattuso in diretta streaming in occasione del rinnovo di Alessio Romagnoli. A Torino, del resto, si è messo in mostra proprio Zaza, autore del goal degli azzurri.

Simone Zaza possibile rinforzo per il Milan

E visto che si è parlato molto della presenza di Mirabelli allo Stadium per seguire il futuro attaccante del Milan, perché non considerare anche l'ipotesi che questo giocatore non sia proprio Simone Zaza? Ad accostare l'attaccante lucano ai rossoneri è stato Carlo Laudisa, dalle pagine della Gazzetta dello Sport online.

Per l'opinionista, oltre al Torino, anche il Milan potrebbe rappresentare un buon approdo per Zaza, visto che i rossoneri lo avevano già seguito in passato, prima che si accasasse alla Juventus. E allora, dopo tanti nomi e mille ipotesi, non costa nulla pensare a un ritorno del bomber di Policoro in Italia, anche se per cederlo il Valencia potrebbe chiedere una cifra ben superiore ai 16 milioni spesi per riscattarlo dalla Juventus e fissare una base per il suo trasferimento a partire da 22 milioni di euro. Non sono troppi per un classe 1991 che nell'ultima stagione ha realizzato 13 reti in 39 partite nella Liga, praticamente 1 goal ogni 3 partite.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!