La terza giornata di Serie A si aprirà con un big match di tutto rispetto. Al Meazza venerdì sera andrà in scena Milan-Roma, una gara che entrambe le squadre vorranno vincere per dimenticare le delusioni degli ultimi match. Il Milan di Gattuso in particolare vorrà fare bella figura nella prima partita stagionale davanti ai propri tifosi, un Milan che quest'anno vuole tornare dove gli compete e non recitare più il ruolo di comparsa come spesso è avvenuto negli ultimi anni. Il "Diavolo" nella sua tana anziché ferirsi vorrà ferire l'avversario più volte.

La Roma invece affronterà i rossoneri dopo una prova da incubo contro l'Atalanta che è riuscita ad imporsi inizialmente per 1-3.

Solo una grande reazione da parte dei capitolini ha permesso che il match finisse 3-3 facendo cosi registrare non solo la prima sconfitta in campionato ma una delle più dolorose con una delle squadre che è diventata una bestia nera per molti.

Gattuso:" A Napoli padroni per 60 minuti"

Il tecnico rossonero ha analizzato la sconfitta al San Paolo contro i partenopei, che non ha ancora digerito. Gattuso ha dichiarato che per vincere contro la Roma bisognerà giocare come si è fatto a Napoli per 60 minuti, dove il Milan si è ritrovato in vantaggio di due reti prima di subire la rimonta ed uscire sconfitto dal match.

Gattuso non è stato affatto contento del blackout dei suoi ed è per questo che il tecnico sta lavorando con i giocatori non solo dal punto di vista tecnico, per correggere gli errori in mezzo al campo, ma anche da quello mentale, sebbene ammetta che ci vuole tempo.

L'allenatore del Milan sa che in una partita gli errori ci possono stare ma ciò che si augura di non rivedere è una squadra che si disunisce lentamente alla prima difficoltà che incontra.

Milan-Roma: Gattuso pensa a qualche cambio

Contro i giallorossi il Milan potrebbe presentarsi in campo con qualche novità.

Ricardo Rodriguez nonostante sia stato recuperato potrebbe osservare un turno di riposo e al suo posto è probabile l'utilizzo dell'ex Genoa Laxalt, in difesa invece sembra pronto a debuttare Mattia Caldara dal primo minuto al posto di Musacchio. L'ex Atalanta con la difesa a tre di Gasperini è stato protagonista di grandi prestazioni ma ora è tempo di imparare i meccanismi di una difesa a quattro.

A formare la coppia con lui ci sarà Romagnoli: i due hanno già giocato insieme nell'Under 21 e Venerdì sera avranno il compito di tenere a bada Edin Dzeko.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!