I bianconeri vincono la prima partita in casa contro la Lazio con un secco 2-0. Max Allegri contro i biancocelesti ha deciso di cambiare modulo passando dal 4-2-3-1 ad un più congeniale 4-3-3 inserendo Matuidi in fase di copertura; a fine match il francese campione del mondo è risultato uno dei migliori in mezzo al campo.

Attorno a Juventus-Lazio c'era anche molta attesa per il calciatore del momento, ovvero Cristiano Ronaldo in cerca del suo primo goal con la maglia bianconera che sembra non arrivare sempre per pochi centimetri o sfortuna. Il portoghese però, al di là del goal è un giocatore di livello completamente differente e sembra essere già calato perfettamente nella realtà del calcio italiano, decisamente più complesso rispetto a quello spagnolo.

La Juventus però non ha da preoccuparsi; se Ronaldo non sblocca il match ci pensano prima Pjanic e poi Mandzukic per portare a casa i 3 punti e portare i bianconeri a 6 punti in classifica.

Juventus-Lazio: perla di Pjanic

La partita contro i biancocelesti viaggia su ritmi meno intensi rispetto a quelli espressi una settimana fa a Verona contro il Chievo. Complice l'avversario e un diverso modulo in campo il risultato è evidente. I bianconeri però non sembrano soffrire l'avversario più di tanto non concedendo nulla, correndo il giusto rischio. La partita va a fiammate e i bianconeri sembrano poter passare in vantaggio in qualsiasi momento.

Al 30° minuto del primo tempo Pjanic da fuori area trova l'angolino dopo una respinta di testa del difensore Wallace.

Un pallone su cui il portiere laziale non ci può arrivare e bianconeri si portano sull'1-0 con il primo goal casalingo segnato dal centrocampista bosniaco. Il resto del primo tempo si svolge con i bianconeri che amministrano ed una Lazio quasi incapace di affondare.

CR7 sfortunato, Mandzukic la chiude

Il secondo tempo non prevede inizialmente cambi e lo spartito non cambia. Ritmi compassati da entrambe le parti ma con i bianconeri decisi a chiuderla e sempre pericolosi con CR7 che comincia ad accendersi. Proprio il numero 7 va vicino al goal con una conclusione da fuori sulla quale deve volare Strakosha per evitare la prima gioia del goal in bianconero.

La Lazio sembra svegliarsi un po' e va vicino all'1-1 con un destro a giro da fuori di Luis Alberto. I bianconeri si riprendono e trovano il raddoppio: Cancelo serve in area Ronaldo rasoterra che cicca clamorosamente a causa di un intervento di Strakosha, la palla gli rimbalza sul tacco che fa da assist per Manduzkic che non perdona e porta la Juventus sul 2-0. Il match si conclude con la Juventus che comincia a gestire col possesso palla non rischiando quasi niente.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!