Il suo addio è stato difficile per molti tifosi juventini, dopo 25 anni di militanza nel club piemontese. Parliamo ovviamente di Claudio Marchisio, centrocampista classe 1986, da tanti considerato una delle bandiere del nostro calcio. Nonostante questo, l'ultimo giorno del mercato in Italia (17 agosto) il giocatore ha rescisso consensualmente il contratto con la Juventus, ricevendo una buonuscita sostanziosa (si parla di 4-4,5 milioni di euro) a fronte di un contratto in scadenza nel 2020 a 3 milioni di euro a stagione più bonus. Ieri il centrocampista ha salutato i suoi ex compagni, staff tecnico e tutta la dirigenza juventina, fermandosi anche con i tifosi che lo aspettavano all'esterno della Continassa.

In una diretta instagram Marchisio ha confermato che sta valutando diverse opportunità lavorative, di sicuro è evidente l'interesse del Monaco e dello Sporting Lisbona, in quest'ultima ritroverebbe Stefano Sturaro, trasferitosi in prestito. Ma secondo le ultime indiscrezioni, un altro club si è iscritto alla lista delle pretendenti alla prestazioni sportive di Marchisio, allettata sopratutto dal fatto che il giocatore non ha costi di cartellino, avendo appunto rescisso con la Juventus.

Lo Zenit San Pietroburgo si aggiunge alle pretendenti del 'Principino'

ll nuovo direttore sportivo dello Zenit è Javier Ribalta, fino ad un anno fa capo osservatore della Juventus. Il dirigente del club di San Pietroburgo, quindi, conosce benissimo il giocatore e, allo stesso tempo, è pronto a recapitare al giocatore un'offerta davvero allettante, non solo dal punto di vista economico.

Bisogna però dire che allo Sporting Lisbona potrebbe arrivare a breve come allenatore Claudio Ranieri che ha allenato Marchisio nella breve parentesi alla Juventus e che stima enormemente il giocatore per le doti tecniche ed umane. Inoltre, cosa da non sottovalutare, come già anticipato prima, anche Stefano Sturaro si è trasferito allo Sporting in prestito (anche se è attualmente infortunato, raggiungerà il club portoghese dopo aver recuperato dall'infortunio).

Ritroverebbe quindi un connazionale, un ex compagno di squadra ed un amico, fattore molto importante anche per facile adattamento ad una realtà completamente nuova Il giocatore, qualora si trasferisse allo Sporting, prenderebbe il posto di William Carvalho, trasferitosi in questa sessione di mercato al Betis Siviglia in prestito con diritto di riscatto a 20 milioni di euro.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!