Non è stata una vigilia qualsiasi per l’Italia, non poteva esserlo. Soprattutto da un punto di vista emotivo è stato parecchio coinvolgente l'omaggio azzurro alle vittime della tragedia di Genova. Ma questa sera, sempre a Genova, torna a parlare il campo: gli uomini di Roberto Mancini affrontano l'Ucraina guidata in panchina dalla vecchia gloria rossonera Andriy Shevchenko, un CT che relativamente al modulo di gioco si ispira parecchio al suo 'maestro' Carlo Ancelotti. Ieri anche i giocatori ucraini hanno reso omaggio alle vittime del Ponte Morandi ed il match di stasera si gioca in una città ferita che sta cercando faticosamente di ripartire, anche grazie allo sport.

Vigilia tormentata dai troppi infortuni

Dal punto di vista dell'importanza del match, non ci sono punti in palio trattandosi esclusivamente di un'amichevole, ma è chiaro che una nazionale in crisi come quella italiana che non ha mostrato alcun passo in avanti nei primi impegni ufficiali di Nations League, a quasi un anno dalla clamorosa eliminazione nelle qualificazioni per il Mondiale russo, ha bisogno di fare risultato e necessita di fiducia. Per Roberto Mancini è un test importante in vista di quello che sarà l'impegno ufficiale e decisivo, il 14 ottobre in Polonia, per la citata Nations League.

In caso di sconfitta, infatti, gli azzurri rischierebbero seriamente la retrocessione in Lega B. Non sono stati giorni facili quelli vissuti a Coverciano: Mancini ha dovuto fare a meno di ben quattro giocatori, due difensori e due attaccanti. Hanno lasciato il ritiro per i rispettivi infortuni Romagnoli, D'Ambrosio, Cutrone e, successivamente, anche Zaza. Al loro posto sono stati convocati Tonelli, Piccini e Lasagna.

Le probabili formazioni

Stasera, pertanto, Mancini potrebbe riproporre il suo 4-3-3 con Donnarumma tra i pali, la consolidata coppia juventina composta da Chiellini e Bonucci al centro della difesa mentre sulle corsie esterne in difesa, a destra e sinistra, dovrebbero agire Florenzi e Biraghi.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Serie A

Perno di centrocampo dovrebbe essere l'ex napoletano Jorginho, spalleggiato dal rientrante Verratti e da Barella. In avanti il tridente composto da Chiesa, Bernardeschi ed Insigne. Dunque una squadra che si presenta come un mix di esperienza ed ardori giovanili e che privilegia l'estro per quanto riguarda il fronte offensivo con la presenza di due fantasisti come Insigne e Bernardeschi. Sul fronte opposto, Sheva dovrebbe proporre un 4-2-3-1 con Pyatov a guardia della porta, Karavaev, Burda, Rakitskiy e Matvienko a comporre la linea difensiva mentre in mediana dovrebbero partire dal 1' Stepanenko e Malinowski.

Sulla trequarti Yarmolenko, Marlos, Konoplyanka agiranno alle spalle dell'unica punta Yaremchuk.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Verratti, Jorginho, Barella; Chiesa, Bernardeschi, Insigne.

Ucraina (4-2-3-1): Pyatov; Karavaev, Burda, Rakitskiy, Matvienko; Stepanenko, Malinowski; Yarmolenko, Marlos, Konoplyanka; Yaremchuk.

L'amichevole di Genova in TV

Il match di questa sera verrà trasmesso in diretta da Rai 1, il calcio d'inizio è alle ore 20.45, il collegamento con lo stadio 'Ferraris' si apre alle 20.35.

Telecronista è Alberto Rimedio, affiancato infatti da Antonio Di Gennaro. A bordo campo c’è Alessandro Antinelli. Il match è inoltre disponibile in alta definizione al canale 501 ed in streaming su Rai Play per pc, smartphone e tablet. Al termine della partita analisi e commenti su RaiSport.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto