L'arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus ha evidentemente incrementato le ambizioni sportive della società di Agnelli, con l'obiettivo oramai dichiarato di ritornare ad alzare la Champions League, dopo ben 23 anni dall'ultima vittoria allo 'Stadio Olimpico' di Roma, quando i bianconeri sconfissero ai rigori l'Ajax.

L'investimento oneroso dovuto all'acquisto del portoghese non è però dovuto solamente a questioni prettamente sportive: ci sono motivi economici che hanno spinto Agnelli a pagare quasi 100 milioni di euro per uno dei giocatori più forti al mondo (se non il più forte), in quanto l'arrivo del portoghese, considerato un vero e proprio brand, ha favorito e sta favorendo anche la crescita delle vendite associate al merchandising.

Pubblicità
Pubblicità

A tal proposito, è interessante lo studio effettuato da 'La Gazzetta dello Sport' in merito ai bilanci delle società di Serie A, ed in questo articolo vogliamo soffermarci proprio su quello della Juventus.

Ricavi importanti per la Juve derivano dallo stadio

La società di Agnelli ha infatti introiti commerciali per 126 milioni di euro, mentre quelli dell'Inter sono 138,8 milioni di euro. Netto il vantaggio della Juventus riguardo ai ricavi derivanti dallo stadio di proprietà: a guidare la classifica della Serie A è proprio la Juventus a 60 milioni di euro, la seconda invece è la Roma a 39 milioni di euro.

Sarà importante per la Juventus andare avanti in Champions League, la competizione europea principale infatti garantisce ricavi davvero evidenti, da parte della Uefa ed in generale dai diritti televisivi. Sarà interessante quindi valutare il bilancio della Juventus al 30 giugno 2019.

Bilancio in rosso per la Juventus, ma ricavi in aumento

Dopo tre utili di fila, il bilancio della Juventus è ritornato negativo, ovvero -19,2 milioni di euro. Con l'arrivo di Cristiano Ronaldo l'obiettivo della società di Agnelli è quello di ottenere nuovi ricavi, e questo lo si nota già nella semestrale 2018-2019.

Pubblicità

Sono in incremento però i costi, tanto che gli amministratori si aspettano delle perdite al 30 giugno 2019. Il debito è incrementato infatti di 74 milioni di euro rispetto al bilancio precedente, passando a 384 milioni di euro. Ciò che spicca da questa indagine della Gazzetta è che gli introiti commerciali della Juventus sono inferiori rispetto a quelli dell'Inter, società avvantaggiata dalla proprietà cinese

Leggi tutto