L'Inter si sta muovendo con forza sul mercato, e con largo anticipo, per cercare di anticipare la concorrenza. L'intenzione è quella di rivoluzionare in parte la rosa per ridurre il gap dalla Juventus che sta dominando in Italia in maniera incontrastata da sette anni. Il primo colpo sarebbe stato già messo a segno e manca solo l'ufficialità con l'ingaggio di Diego Godin, centrale uruguaiano che arriverà a parametro zero essendo in scadenza di contratto con l'Atletico Madrid. Il reparto che, però, dovrebbe subire maggiori modifiche è quello di centrocampo essendo quello che ha mostrato maggiori carenze in questa stagione, sia dal punto di vista qualitativo che dal punto di vista numerico.

In questo senso i nerazzurri sembrano pronti ad apporre il primo tassello con l'accelerazione per il centrocampista del Cagliari, Nicolò Barella.

Inter pronta a chiudere per Barella

Il secondo acquisto dell'Inter, dopo Diego Godin, potrebbe essere Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari ha dimostrato in questa stagione di essere ormai pronto al grande salto di qualità. Il classe 1997, infatti, quest'anno ha conquistato anche la maglia della Nazionale italiana con il commissario tecnico Roberto Mancini che lo ha già promosso come titolare inamovibile al fianco di Verratti e Jorginho.

I sardi, dal loro canto, hanno deciso di aprire alla cessione del loro gioiello, con una valutazione che si aggira intorno ai cinquanta milioni di euro. L'Inter ha il vantaggio di essersi mossa con largo anticipo rispetto alla concorrenza visti anche i buoni rapporti che ci sono con i dirigenti rossoblu e il patron Tommaso Giulini. Il procuratore di Barella, Alessandro Beltrami, inoltre, è lo stesso di Radja Nainggolan e conosce molto bene il direttore sportivo della società nerazzurra, Piero Ausilio.

La trattativa

Il Cagliari valuta Barella cinquanta milioni di euro ma in questi ultimi giorni sembra pronto ad aprire all'inserimento di qualche contropartita tecnica per abbassare l'esborso economico. Sono due i nomi sul tavolo. Uno è quello di Andrea Pinamonti, attualmente in prestito al Frosinone e autore di una buona stagione nonostante la retrocessione dei ciociari. L'altro è il difensore Andrew Gravillon, che l'Inter ha riscattato dal Pescara per una cifra intorno agli otto milioni di euro.

La valutazione dei due calciatori è ancora da stabilire ma le due società potrebbero accordarsi per una cifra intorno ai trenta milioni di euro più i cartellini dei due giovani. In questo modo i nerazzurri sistemerebbero anche il bilancio in ottica fair play finanziario vista la necessità di chiuderlo in pareggio per l'ultima volta. Da luglio, poi, il club sarà libero di investire con maggiore libertà.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!