Si è appena concluso il derby d'Italia tra Juventus ed Inter sul risultato di 1-1 dopo i 90 minuti regolamentare, con il match che poi è stato deciso ai calci di rigore dagli errori di Ranocchia, Longo e Borja Valero per i nerazzurri e di Rabiot e Bernardeschi per i torinesi: 4-3 poi il risultato della lotteria a favore dei bianconeri.

La gara era valida per la seconda giornata di International Champions Cup, disputata a Nanchino, quartier generale di Suning.

La squadra di Antonio Conte sarà nuovamente in campo sabato 27, sempre alle 13:30, per affrontare il Paris Saint Germain in una partita non valida per l'ICC.

La partita

I due allenatori confermano quasi per intero le squadre viste all'esordio contro Manchester United e Tottenham. Il tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, inserisce dal primo minuto Adrien Rabiot e Matthijs De Ligt. L'allenatore dell'Inter, Antonio Conte, invece, inserisce Ivan Perisic in attacco dal primo minuto al fianco di Sebastiano Esposito in attacco.

La Juventus parte bene e dopo un minuto vede Ronaldo concludere a porta che trova Handanovic pronto. L'inter, però, reagisce e trova il gol del vantaggio al 10' con l'autorete di Matthijs De Ligt, che su azione di calcio d'angolo, nell'intento di anticipare D'Ambrosio, mette alle spalle di Szczesny. La squadra di Conte è messa meglio in campo e sfiora anche il raddoppio con un tiro di Brozovic ben parato dall'estremo difensore polacco.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

La Juve solo nel finale di frazione va vicina al pareggio con un tiro di Bernardeschi.

Nel secondo tempo la Juventus prende fiducia e tiene meglio il campo. I bianconeri creano molte insidie, approfittando dell'ingresso di Padelli al posto di Handanovic, con grande differenza nel disimpegno in fase difensiva. Il pari bianconero arriva al 68' con la punizione di Cristiano Ronaldo, deviata in porta dalla barriera dell'Inter. Da qui alla fine c'è solo una chance per Esposito e poco più, con la gara che si decide ai rigori.

Le pagelle dell'Inter

Queste le pagelle nerazzurre del match appena concluso:

Handanovic 6: Mai impegnato seriamente.

D'Ambrosio 6,5: Marca bene Ronaldo, dandogli poco margine di manovra.

De Vrij e Skriniar 7: Dalle loro parti non si passa mai e dai loro piedi spesso riparte anche l'azione.

Candreva 6,5: Sembra un altro giocatore rispetto a quello visto lo scorso anno. Rinato sotto la gestione Conte.

Gagliardini 6: Lotta su ogni pallone, sua la sponda che porta al gol dell'1-0.

Brozovic 6,5: Come sempre non si tira mai indietro, è ovunque e cerca di cucire anche il gioco tra i reparti.

Sensi 7: Tra i migliori in campo oggi e in generale, finora, tutto il precampionato.

Dalbert 6,5: Partita ordinata del laterale brasiliano, che ha un cliente ostico come Joao Cancelo da tenere d'occhio. Rigenerato anche lui.

Perisic 5,5: Non gioca nel suo ruolo e si vede anche se rispetto a Longo fa qualcosa in più e, comunque, la sola presenza crea fastidio alla difesa bianconera.

Esposito 6,5: Altra buona prova del classe 2002, che non soffre la tensione del derby d'Italia e gioca sempre a testa alta.

Padelli 5,5: Non benissimo con i piedi in disimpegno, la differenza con Handanovic è piuttosto evidente.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto