L'Inter dice addio alla Champions League, venendo sconfitta dal Barcellona 2-1 al "Meazza" e anche a causa della contemporanea vittoria del Borussia Dortmund in casa contro lo Slavia Praga.

Nel primo tempo Lukaku risponde Perez ma nella ripresa, nel finale, Ansu Fati dà i tre punti ai blaugrana. La squadra di Antonio Conte chiude al terzo posto e retrocede in Europa League con sette punti, a meno tre dal Dortmund, mentre il Barça chiude con quattordici punti.

La partita

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte aveva confermato quasi per intero l'undici visto contro la Roma.

Scelte praticamente obbligate per l'allenatore nerazzurro, con il tandem d'attacco formato da Romelu Lukaku e Lautaro Martinez. In mezzo al campo conferma per Borja Valero con Vecino e Brozovic, mentre ai loro lati ci sono Biraghi e D'Ambrosio, visto che Candreva non è al top. Il tecnico del Barcellona, Valverde, conferma le indiscrezioni della vigilia con tanto turnover. Cambio anche di modulo, con il passaggio al 3-5-2 e il tandem d'attacco formato da Griezmann e Perez. Gli esterni saranno Wague e Firpo, con Alena, Vidal e Rakitic in mezzo.

Nel primo tempo l'Inter gioca meglio e crea tante occasioni da gol, da D'Ambrosio, Lukaku, Biraghi e con il migliore in campo, Lautaro Martinez. Ma è il Barcellona a passare in vantaggio dopo 23' con Perez, che insacca dopo un rimpallo in area. Gli spagnoli sfiorano il raddoppio con Lenglet che, lasciato solo in area nerazzurra, ha tirato di poco a lato. Dopo una decina di minuti sotto shock la squadra nerazzurra riesce a reagire e al 44' trova il pareggio con Romelu Lukaku, che di sinistro insacca alle spalle di Neto dopo un grandissimo lavoro di sponda sempre di Lautaro Martinez.

Nel secondo tempo l'Inter spreca ancora troppo. I nerazzurri sfiorano il gol con Lukaku che, bravo a liberarsi della marcatura, a tu per tu con Neto, spara addosso al portiere avversario. La squadra di Conte produce il massimo sforzo e va in gol per due volte, entrambe con Lautaro Martinez, ma in entrambi i casi il gol viene annullato per fuorigioco. Il Barcellona non tira praticamente mai in porta e l'unica volta che lo fa trova il gol vittoria.

Ci pensa Ansu Fati, con un destro dal limite all'87', pochi minuti dopo il suo ingresso in campo.

Si chiude quindi l'avventura nella massima competizione europea dell'Inter, che esce dal campo tra gli applausi del proprio pubblico.

Le pagelle nerazzurre

Queste le pagelle dei nerazzurri del match appena concluso:

Handanovic 6: Non può nulla in occasione dei gol.

Godin 7: Sfortunato sulla deviazione che libera Perez per il gol del momentaneo 0-1, per il resto è insuperabile e chiude ogni pertugio.

De Vrij 5,5: Ha la colpa di perdersi Perez sul gol del vantaggio del Barça.

Skriniar 7: Il migliore del pacchetto arretrato, insuperabile.

Novità video - Inter-Barcellona 1-2: gol e highlights
Clicca per vedere

D'Ambrosio 6: Cerca di arginare come può le imbucate su quella fascia di Firpo e Perez.

Vecino 5: Altra prestazione opaca.

Brozovic 6: Fa quello che può, anche se sembra stanco.

Borja Valero 5,5: Sbaglia un paio di appoggi che rischiano di essere fatali nel primo tempo, leggermente meglio nella ripresa.

Biraghi 6: Prova ad attaccare la fascia e non sembra sentire la pressione della Champions, sfiorando anche il gol nel primo tempo.

Lautaro Martinez 7,5: Lotta su ogni pallone, sembra inarrestabile visto che i difensori avversari non riescono mai a fermarlo, se non facendo fallo.

Lukaku 6,5: Grande gol quello dell'1-1 e tanto "lavoro sporco" a servizio della squadra.

Mezzo voto in meno per il clamoroso errore a tu per tu con Neto nella ripresa.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!