Uno dei commentatori televisivi più discussi degli ultimi tempi è sicuramente Antonio Cassano, l'ex calciatore ha lasciato il programma televisivo 'Tiki Taka' per un diverbio con un ospite della trasmissione televisiva di Mediaset. Come è noto l'ex giocatore ha ottenuto a dicembre il 'patentino' da direttore sportivo e spera di ottenere quanto prima un incarico da dirigente di una società calcistica. Di recente è stato intervistato dalla nota emittente televisiva Roma Tv: ha avuto modo di parlare di diversi argomenti, partendo dal suo gol più bello realizzato con la Roma (su assist di Perrotta) contro l'Inter alla possibilità di trasferirsi ad inizio carriera alla Juventus.

L'ex giocatore, infatti, decise di accettare l'offerta della Roma per giocare con il suo idolo Francesco Totti. Ha poi raccontato un episodio associato a quegli anni, proprio per rimarcare l'enorme stima calcistica nei confronti dell'ex capitano e bandiera della Roma: "Ho parlato con Capello, gli ho detto che ero felice di lavorare con lui, ma in realtà ero felice di giocare con Totti".

'Dovevo andare alla Juve, avevo appuntamento con Moggi'

La parte più interessante dell'intervista ad Antonio Cassano è sicuramente quella riguardante il suo mancato passaggio alla Juventus, in quanto l'ex giocatore preferì la Roma ai bianconeri.

Lo stesso Cassano ha dichiarato che aveva "appuntamento con Moggi, ma quella sera però Baldini aveva chiamato il mio procuratore e gli disse che la Roma era interessata a me e Capello voleva parlarmi". Proprio in quegli anni l'idolo di Cassano era proprio Totti e come confermato dall'ex commentatore televisivo di Tiki Taka, quando ha saputo dell'interesse della Roma, non ha avuto dubbi sulla scelta di trasferirsi nella città laziale.

Il suo rapporto con Francesco Totti

Cassano ha dichiarato che Totti è stato molto importante per lui, non solo calcisticamente, ma anche a livello umano in quanto lo ospitò a casa sua. Ha spiegato: "Totti è stato fondamentale per me, ho cambiato totalmente vita e lui è stato il mio punto di riferimento". Dal capitano della Roma ha imparato molte cose a livello tecnico, confermando di aver avuto un grande feeling con lui sul campo.

Ha anche aggiunto che "i suoi passaggi erano diversi da quelli degli altri, la palla di prima senza guardare la dà solo lui, nessuno ci riesce a farlo come l'ha fatto lui". D'altronde Cassano non ha mai nascosto la sua stima nei confronti di Totti da sempre considerato il giocatore più forte della storia del calcio italiano. Con la Roma ha giocato ben cinque stagioni, disputando 118 presenze con 39 gol: nella società romana ha vinto una Supercoppa Italiana mentre gli altri trofei vinti da giocatore in Italia sono un'altra Supercoppa Italiana ed un campionato italiano con il Milan. Nella sua esperienza al Real Madrid riuscì a vincere il campionato spagnolo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!