La Juventus, dopo il successo contro il Parma, si è portata a +4 dall'Inter seconda in classifica, sfruttando il pareggio per 1 a 1 degli uomini di Conte contro il Lecce.

Nel post partita ha parlato il tecnico bianconero Maurizio Sarri ai microfoni di Sky Sport, il quale è tornato a parlare anche delle due sconfitte rimediate contro la Lazio, una in Serie A all'Olimpico e l'altra in Supercoppa Italiana in Arabia Saudita, dichiarando "non so il motivo ma abbiamo sbagliato le due partite contro la Lazio".

Ha riconosciuto però i meriti della Lazio, anche se a suo avviso in tali occasioni ci sono stati anche tanti demeriti della squadra bianconera.

Tornando sulla partita contro il Parma, secondo il tecnico toscano doveva essere chiusa prima in quanto poi la Juventus ha sofferto troppo nei minuti finali del match.

'Eravamo in grande crescita sulle palle ferme, col Parma abbiamo ripreso un gol contro una squadra specialista'

Lo stesso Sarri ha lanciato una piccola frecciatina alla sua squadra, affermando: "eravamo in grande crescita sulle palle ferme, con il Parma invece ci abbiamo ripreso un gol contro una squadra specialista in questo".

Il tecnico toscano si è riferito in particolar modo al gol del momentaneo pareggio di Cornelius.

Da parte del tecnico sono arrivate delle piccole menzioni anche su alcune individualità: in merito a Rabiot ha detto che attualmente l'unico suo problema è che deve giocare a destra mentre renderebbe di più come mezzala sinistra. Ha poi giustificato sia il francese che Ramsey, i quali provengono da un'altra realtà calcistica, ma che comunque sono in crescita.

Sarri ha poi parlato della Champions League sottolineando come per fare bene è necessario che la squadra migliori in intensità mentale. Inoltre ha evidenziato un altro errore dei suoi uomini: il palleggio viene fatto troppo nella propria metà campo, mentre andrebbe fatto invece nel settore avanzato.

Maurizio Sarri su Cristiano Ronaldo

Il tecnico bianconero si è poi soffermato su Cristiano Ronaldo, dichiarando: "hai un fuoriclasse che a volte ti crea una piccola problematica, ma che te ne risolve 100.

L'organizzazione deve girare attorno a lui".

Mentre sulle ambizioni da scudetto della Juventus, Sarri ha aggiunto di non avere certo paura o preoccupazione delle rivali Inter e Lazio, ma di essere consapevole di avere contro delle squadre davvero forti. La speranza per il tecnico toscano è che questo momento di forma importante (soprattutto per la Lazio) possa durare poco.

Intanto la Juventus giocherà in Coppa Italia contro la Roma domani, mercoledì 22 gennaio, all' 'Allianz Stadium', mentre domenica 26 gennaio è attesa dal confronto in Serie A al San Paolo contro il Napoli.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!