Uno dei grandi talenti emergenti del calcio italiano è sicuramente Sandro Tonali. Il centrocampista classe 2000 è sulla bocca di tutti da qualche anno ma in questa stagione si sta consacrando nel massimo campionato italiano con la maglia del Brescia. Nonostante le Rondinelle navighino in zona retrocessione, al penultimo posto, il giocatore è sempre stato tra i pochi a salvarsi. Prestazioni che non sono passate inosservate e che hanno attirato l'attenzione dei top club. In particolar modo su di lui ci sarebbero Napoli e Inter con gli azzurri che avrebbero anche provato ad anticipare tutti con un'offerta rifiutata dal patron del Brescia, Massimo Cellino.

La prima offerta per Tonali e l'interesse di Napoli e Inter

Napoli e Inter, ma non solo, avrebbero messo gli occhi su Sandro Tonali in vista della prossima stagione. Il centrocampista del Brescia ha dimostrato di poter essere competitivo anche su palcoscenici prestigiosi e non è del tutto escluso che il commissario tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, decida di portarlo ai prossimi Europei.

Il club di Aurelio De Laurentiis, intanto, ha provato a bruciare la concorrenza, su tutte quella dell'Inter, facendo una prima proposta alle Rondinelle.

Sul piatto i partenopei avrebbero messo una cifra intorno ai quarantacinque milioni di euro comprensiva di bonus legati al raggiungimento di obiettivi individuali e di squadra. Offerta che il patron del Brescia, Massimo Cellino, ha deciso di rispedire al mittente non ritenendola sufficiente. D'altronde anche la scorsa estate si parlava di offerte da quaranta milioni di euro rifiutate nonostante Tonali non avesse ancora giocato nel massimo campionato italiano.

E il centrocampista non sembra aver risentito del salto di categoria vista l'ottima media voto e lo score personale con cinque assist e una rete in ventitré presenze.

La richiesta del Brescia

Brescia che, dunque, ha fatto capire che servirà un'offerta molto più importante di quella fatta dal Napoli per sedersi al tavolo delle trattative e discutere della cessione di Sandro Tonali.

Certo, un'eventuale retrocessione in serie B potrebbe cambiare le carte in tavola visto che il centrocampista a quel punto scalpiterebbe per fare il grande salto nel calcio che conta.

A vantaggio delle Rondinelle, però, potrebbe esserci la possibile partecipazione ai prossimi Europei che farebbe lievitare il costo del cartellino del classe 2000. Il patron del Brescia, Massimo Cellino, intanto, ha messo le mani avanti ed ha fatto sapere ai club interessati, Inter e Napoli su tutti, di essere disposto a trattare la cessione di Tonali solo per proposte superiori agli ottanta milioni di euro.

Segui la nostra pagina Facebook!