Nonostante l'emergenza che si sta vivendo in Italia in questi giorni relativa al Coronavirus, il calcio cerca di andare avanti e a Milano, allo stadio Meazza, alla fine pare proprio che giovedì si giocherà il ritorno dei sedicesimi di Europa League tra Inter e Ludogorets. Sfida che, però si disputerà a porte chiuse (manca ancora l’ok ufficiale di Comune e Regione, ma l’Uefa spinge per questa soluzione), visto che proprio la Lombardia rappresenta uno dei focolai principali dell'epidemia. Non a caso, infatti, è stata rinviata Inter-Sampdoria, gara che era in programma ieri sempre al Meazza.

La sfida europea di giovedì vede i nerazzurri partire come grandi favoriti per il passaggio del turno, avendo vinto la gara di andata in Bulgaria 2-0 grazie ai gol di Christian Eriksen e Romelu Lukaku.

Le ultime su Inter e Ludogorets

L'Inter non arriva a questa sfida nel miglior modo possibile, soprattutto a livello psicologico per quanto successo negli ultimi giorni in Italia. I nerazzurri, infatti, hanno saltato l'ultimo turno di campionato contro la Sampdoria, con la gara rinviata a data da destinarsi.

Lazio e Juventus, però, hanno giocato e si sono portate rispettivamente a +5 e +6 punti in classifica sui milanese. La settimana prossima, inoltre, è in programma Juventus-Inter, a meno che non sia rinviata anche la ventiseiesima giornata, cosa paventata anche dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Intanto di fronte ai nerazzurri c'è il Ludogorets che sta dominando il campionato bulgaro. Arrivato nella massima serie da otto anni, ha sempre vinto lo scudetto, tanto da essere etichettato come la Juventus di Bulgaria.

La squadra di Vrba è sempre saldamente in testa alla classifica, con cinquantadue punti e a più sette sulla seconda, pur avendo pareggiato nell'ultimo turno in casa dell'Etar 1-1. In Europa League ha passato il turno pur essendo il club che ha subito più gol nella fase a gironi, dieci, arrivando secondo nel proprio girone, dietro all'Espanyol.

Probabili formazioni Inter-Ludogorets

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, nonostante si sia paventato di un possibile passaggio alla difesa a quattro, scenderà in campo sempre con il 3-5-2.

Alla luce del rinvio della gara con la Sampdoria, è probabile che possano scendere in campo molti titolari, anche per non fargli perdere il ritmo partita. Out Lautaro Martinez, squalificato, la coppia d'attacco sarà formata da Alexis Sanchez e Romelu Lukaku, a segno nella gara di andata. In mezzo al campo conferma per Christian Eriksen dal primo minuto, con Brozovic e Barella, in vantaggio su Vecino, a completare il reparto. In difesa Bastoni si gioca il posto con Godin al fianco di Skriniar e De Vrij.

Il tecnico del Ludogorets, Vrba, dovrebbe affidarsi ad un offensivo 4-2-3-1. Al centro dell'attacco ci sarà Swierczok, con Souza, Marcelinho e Wanderson a supporto sulla trequarti.

Novità video - Inter-Ludogorets, le modalità di rimborso dei biglietti
Clicca per vedere

A fare da schermo davanti alla difesa, invece, dovrebbero esserci Dyakov e Anicet.

Inter (3-5-2): Padelli; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Moses, Barella, Brozovic, Eriksen, Young; Lukaku, Alexis Sanchez.

Ludogorets (4-2-3-1): Iliev; Cicinho, Terziev, Grigore, Nedyalkov; Dyakov, Anicet; Cauly Souza, Marcelinho, Wanderson; Swierczok.

Segui la nostra pagina Facebook!