Nella gara tra la Juventus e il Brescia il pubblico dell'Allianz Stadium ha fischiato i bianconeri che stavano giocando al di sotto delle aspettative. Paulo Dybala, però, non ha gradito questo atteggiamento dei tifosi juventini e dopo aver segnato ha chiaramente chiesti ai suoi sostenitori di smettere di fischiare la squadra. Il pubblico della Juventus è molto esigente e quest'anno si aspettava un salto di qualità dal punto di vista del gioco, oltretutto nelle ultime settimane, i bianconeri hanno ottenuto alcuni risultati negativi.

I fischi però ad una squadra che comunque è prima in Serie A, gli ottavi di Champions e in semifinale di Coppa Italia sembrano eccessivi. A tal proposito si è espresso Alessio Tacchinardi che ne ha parlato al "Corriere della sera": "In bianconero le pressioni sono enormi, bisogna accettare le critiche e tirare fuori gli attributi", ha spiegato l'ex centrocampista della Juventus che poi ha aggiunto che se non si tira fuori il carattere si rischia di essere tritati.

La Juventus deve fare qualcosa in più

In questi anni il livello della Juventus si è alzato vertiginosamente e per questo motivo i tifosi bianconeri vogliono vedere una squadra che propone un bel gioco e che soprattutto ottenga il maggior numero di vittorie possibili. Nelle ultime settimane, la squadra di Maurizio Sarri ha avuto qualche battuta d'arresto e questo ha generato del malcontento nel popolo juventino.

In particolare una parte del pubblico della Vecchia Signora ha anche deciso di fischiare la squadra, dei fischi ricevuti dai bianconeri ne ha parlato l'ex centrocampista Alessio Tacchinardi: "Non è successo nulla di grave, quei fischi non erano necessariamente rivolti a Ramsey oppure a Rabiot", ha dichiarato l'ex calciatore della Juventus che poi ha aggiunto che i fischi non erano nemmeno indirizzati a Maurizio Sarri, ma probabilmente il malcontento era dovuto al fatto che la squadra non proponesse un bel gioco.

Dybala sempre più leader della Juventus

Domenica, nella sfida tra la Juventus e il Brescia, Paulo Dybala si è rivolto verso i tifosi juventini e chiesto di smettere di fischiare la squadra. Alessio Tacchinardi ha parlato proprio del gesto fatto dal numero 10 juventino: "Zittire i fischi è il gesto di un leader in un momento di forma super", ha spiegato l'ex centrocampista bianconero.

I tifosi della Juventus sono molto esigenti

I tifosi della Juventus anche negli anni passati hanno espresso il loro disappunto e in alcune fasi delle varie stagioni ci sono state anche aspre critiche. Anche Alessio Tacchinardi ha spiegato che i sostenitori juventini hanno criticato anche la sua squadra che vinse tutto quello che era possibile vincere: "Anche la mia Juve fu fischiata, nell’anno in cui giocammo l’Intertoto".

Adesso resta da capire se il pubblico della Juventus cambierà atteggiamento oppure se pretenderà sempre di più da Maurizio Sarri e dai suoi ragazzi.

Segui la nostra pagina Facebook!