La Juventus è chiamata a reagire dopo la sconfitta subita contro il Verona in campionato e nella gara d'andata delle semifinali di Coppa Italia in programma questa sera, 13 febbraio, con calcio d'inizio alle ore 20.45 affronta il Milan di Pioli, reduce dall'incredibile rimonta subita nel derby con l'Inter. Entrambe le squadre cercano dunque il riscatto, in particolare i bianconeri voglio mettere la parola fine ai rumors che ipotizzano malumori all'interno dello spogliatoio.

Juventus con il 4-3-1-2

Maurizio Sarri non sta vivendo giornate serene dopo la sconfitta di Verona. Le prossime partite saranno decisive per capire se per i campioni d'Italia si tratta semplicemente di un calo di condizione o c'è qualcosa di più serio alla base di un evidente rallentamento della marcia. Il tecnico juventino ha convocato 21 giocatori e per quanto riguarda la formazione da opporre al Milan dovrebbe optare per il 4-3-1-2, dunque con un trequartista alle spalle delle punte. Tra i pali dovrebbe andare Buffon con Bonucci e de Ligt centrali, mentre nel ruolo di esterni bassi dovrebbero agire De Sciglio ed Alex Sandro.

In mediana, da destra a sinistra, dovrebbero scendere in campo Bentancur, Pjanic e Matuidi. Sarri dovrebbe inoltre concedere una chance importante a Ramsey, il gallese potrebbe dunque partire dal 1' sulla trequarti alle spalle di Cristiano Ronaldo e Dybala.

Attenzione al Milan 'ferito' dopo il derby

Per il Milan la gara di Tim Cup arriva dopo il surreale derby perso per 2-4 al cospetto dell'Inter, dopo aver dominato nel primo tempo chiudendo avanti di due gol.

E proprio da quei primi 45' della stracittadina c'è il dovere di ripartire per Stefano Pioli, considerato che la coppa nazionale è un trofeo a cui la società tiene molto e che potrebbe rendere meno negativa una stagione che, ad oggi, è stata fin troppo avara di soddisfazioni per il Diavolo. Dunque un primo tempo con l'Inter con tante ottime indicazioni ed il sacro furore alimentato da una sconfitta per certi versi surreale devono fare da spinta per i rossoneri che potranno contare sul sostegno del pubblico amico.

Per quanto riguarda lo schieramento di partenza, il Milan dovrebbe iniziare con il 4-2-3-1 e, dunque, Donnarumma a guardia della porta con Calabria e Theo Hernandez esterni e la coppia centrale Kjaer-Romagnoli a completare il pacchetto arretrato. In mediana dovrebbero agire Kessie e Bennacer con Castillejo, Calhanoglu e Rebic sulla trequarti a supporto di Zlatan Ibrahimovic terminale offensivo. Chiaro che Pioli spera molto nella zampata del fuoriclasse svedese, sempre pronto a dare un dispiacere alle sue ex squadre.

Segui la nostra pagina Facebook!