La Juventus era attesa da una prova importante in Champions League ma la sconfitta contro il Lione ha scatenato nuove polemiche nei confronti della squadra e del tecnico Maurizio Sarri. Un primo tempo imbarazzante quello della Juventus, che si è lasciata aggredire ed ha subito il gioco del Lione, passato in vantaggio al 31esimo del primo tempo con un gol di Tousart. A nulla è valsa la reazione nel secondo tempo, con gli ultimi 20 minuti in cui la Juventus ha chiuso nella propria area il Lione senza però trovare il gol del pareggio.

Nel post partita le parole di Maurizio Sarri hanno pesato, segno evidente di come il tecnico toscano non riesca a dare l'impronta alla sua squadra. Il toscano ha infatti ammesso che i suoi giocatori hanno una velocità di gioco superiore in allenamento che non riescono a trasferire in partita. Bonucci invece ha rimproverato i suoi compagni sottolineando che era evidente già durante la fase di riscaldamento che la Juventus non era concentrata sulla partita.

'Sarri vattene via'

I tifosi bianconeri si sono riversati inevitabilmente sui social criticando in maniera aspra la squadra anche se il bersaglio preferito è stato Maurizio Sarri.

In uno dei commenti più pesanti, un utente ha scritto "Con Sarri faremo la fine del Napoli" in riferimento al fatto che si rischia di non vincere più niente. Altri commenti hanno sottolineato invece come non si possa giocare solo 10 minuti a partita e quando magari si subisce il gol. D'altronde la Juventus ha schiacciato il Lione solo a partita praticamente finita. Un altro utente invece ha rimarcato come non ci si debba attaccare ai possibili rigori che potevano essere sanzionati per la Juventus in quanto la società bianconera non può vivere di alibi come succede per altre squadre.

L'andamento della gara

Un primo tempo sicuramente non ideale da parte della Juventus, che però ha subito il gol nel momento in cui De Ligt era fuori per farsi medicare una ferita sulla testa. Nel secondo tempo, con l'uscita di Pjanic e lo spostamento di Bentancur in regia, il gioco bianconero è migliorato ma il muro eretto dal Lione di Garcia è riuscito a sostenere le offensive bianconere. La Juventus però ha intensificato il pressing offensivo solamente negli ultimi venti minuti di partita, non riuscendo alla fine a realizzare quel gol utile alla qualificazione.

Tutto si deciderà al ritorno nel match all' 'Allianz Stadium' di Torino. Il match si disputerà martedì 17 marzo.

Intanto la Juventus dovrà cercare di riscattare la sconfitta di Champions League contro l'Inter in campionato. Un match evidentemente importante ai fini della classifica: qualora i bianconeri dovessero vincere creerebbero ancora più distanza di punti fra Juventus ed Inter.

Segui la nostra pagina Facebook!