L'ex stella del calcio mondiale Ronaldinho, 39 anni, è in stato di fermo in Paraguay insieme a suo fratello ed ex agente Roberto De Assis. I due sarebbero stati trovati in possesso di documenti contraffatti. A darne la notizia i canali ufficiali del Fisco del Paese sudamericano.

Il nome dell'ex calciatore di Barcellona, Milan e PSG era comparso in un'inchiesta curata dagli agenti paraguaiani volta a combattere un giro di documenti e passaporti falsi. Nella serata di ieri, Ronaldinho e il fratello sono stati raggiunti nella suite presidenziale dello Yacht Resort Hotel, nella città di Lambarè, dove gli è stato contestato l'utilizzo di documenti di nazionalità paraguaiana contraffatti.

Sequestrati passaporti, carte d'identità e smartphone

Durante la perquisizione sono stati sequestrati i passaporti, le carte d'identità e gli smartphone in possesso dei due. Ronaldinho e il fratello erano arrivati poche ore prima per presentare un programma di assistenza sanitaria per bambini accessibile gratuitamente.

Hanno raccontato agli agenti che li tengono sotto osservazione di essere arrivati in Paraguay sotto l'invito di Nelson Belotti, proprietario di un casinò e che, nello stesso momento, sono stati contattati da una fondazione per presenziare ad alcuni eventi benefici.

Maggiori dettagli saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà nel corso della giornata odierna.

Ronaldinho nei guai con la giustizia paraguaiana dal 2018

I guai con la giustizia paraguaiana per il brasiliano erano iniziati nel 2018 quando gli fu ritirato il passaporto per il mancato pagamento di un'ammenda riguardante un caso giudiziario del 2015 che vedeva Ronaldinho accusato di reati ambientali.

Aveva costruito una piattaforma di pesca senza i dovuti permessi sul lago Guaibà. Passaporto ritirato e divieto di viaggiare all'estero per dieci mesi. Solo nel settembre dello scorso anno era riuscito a riottenere il passaporto pagando una multa da 1 milione di dollari.

Ronaldinho è considerato uno dei calciatori più importanti della storia del calcio

Ronaldinho, calciatore brasiliano, ha vinto una Coppa America nel 1999 e una Coppa del Mondo nel 2002.

Cresciuto nel Gremio, ha ottenuto la sua consacrazione nel Barcellona dove ha vinto due campionati spagnoli, due supercoppe e una Champions League. A livello individuale ha vinto il Pallone d'oro nel 2005 e due Fifa World Player nel 2004 e nel 2005. In Italia è arrivato nel 2008 dopo essere stato acquistato dal Milan per circa 22 milioni di euro. Vi rimase per due stagioni e mezza totalizzando 95 presenze totali e 26 reti. A gennaio del 2011 è tornato in Brasile dove ha vestito le maglie di Flamengo, Atletico Mineiro e Fluminense prima di dare l'addio al calcio il 16 gennaio 2018. In nazionale è stato uno dei pochi ad aver giocato in tutte le diverse selezioni del Brasile a partire dall'Under 15.

Segui la nostra pagina Facebook!