Uno dei giocatori più amati della storia dell'Inter è sicuramente Sandro Mazzola. Dopo aver appeso ' scarpini al chiodo' è stato dirigente all'Inter dal 1977 al 1984. Successivamente ebbe una parentesi dirigenziale al Genoa per poi ritornare all'Inter con l'arrivo di Moratti come presidente. Proprio in quegli anni avrebbe potuto portare Cristiano Ronaldo in nerazzurro.

Sandro Mazzola lo ha rivelato in una recente intervista a Twikie.it. Aveva infatti suggerito alla dirigenza sportiva dell'era Moratti di acquistare il portoghese.

In quegli anni CR7 era al Manchester United e doveva ancora passare al Real Madrid per affermarsi definitivamente a livello mondiale. Il portoghese aveva una valutazione di mercato accessibile ma il rifiuto di alcuni dirigenti interisti di trattare il suo acquisto ha portato Mazzola a lasciare l'incarico. Solo successivamente ritornò a lavorare con Massimo Moratti. La stima di Sandro Mazzola nei confronti di Cristiano Ronaldo arriva quindi da lontano. Nell'intervista a Twikie ha infatti dichiarato: "CR7 è più completo di Messi", sottolineando come l'ex dirigente preferisca come giocatore proprio l'attuale punta della Juventus.

Lo stesso Mazzola si è soffermato anche sulla sudditanza psicologica degli arbitri nei confronti delle grandi squadre.

'Tutte le squadre di vertice sono agevolate e quindi non solo la Juventus'

Sandro Mazzola, a proposito di sudditanza psicologica degli arbitri nei confronti delle grandi squadre, ha dichiarato: "Tutte le squadre di vertice sono agevolate e quindi non solo la Juventus". Ha poi raccontato un retroscena di mercato: ha infatti dichiarato che da giocatore è stato vicinissimo al trasferimento alla Juventus.

Fu Giampiero Boniperti a proporgli la possibilità di passare in bianconero offrendogli un ricco contratto ed una concessionaria Fiat a Milano. Proposta che non venne accolta dall'ex giocatore dell'Inter su consiglio della mamma.

Mazzola e la possibilità di trasferirsi alla Juventus

Come ha sottolineato Mazzola infatti, parlò con la mamma dell'offerta della Juventus: la donna gli disse che se l'avesse accettata suo papà si sarebbe 'rivoltato nella tomba'.

Da lì il rifiuto e la scelta di proseguire la sua carriera da giocatore dell'Inter.

Come è noto il papà di Sandro Mazzola, Valentino, è stato un campione di calcio con la maglia del Torino. Oltre che per i successi è ricordato anche perché fu una delle vittime della tragedia di Superga, avvenuta nel 1949 a causa di un'incidete aereo. Morirono 31 persone fra giocatori, staff tecnico, dirigenti accompagnatori, giornalisti ed equipaggio.

Segui la nostra pagina Facebook!