Uno dei giocatori che potrebbe caratterizzare la prossima sessione di calciomercato è Andrea Pinamonti. Il giovane attaccante è di proprietà del Genoa, che lo ha acquistato l'estate scorsa per diciotto milioni di euro. L'Inter, però, sembra possa decidere di esercitare il diritto di prelazione e di riacquisto pagandolo all'incirca la stessa cifra. Difficile pensare ad una sua permanenza, con i nerazzurri che potrebbero riacquistarlo per poi ascoltare le proposte dei club potenzialmente interessati. Nei giorni scorsi si era parlato dei sondaggi della Roma, alla ricerca del vice Dzeko. I giallorossi non sono i soli, dato che anche il Torino avrebbe messo gli occhi su di lui in vista della prossima stagione.

Anche il Torino su Pinamonti

La Roma non sarebbe l'unica società interessata ad Andrea Pinamonti, con i giallorossi alla ricerca di un vice Dzeko vista l'annata altamente negativa disputata da Kalinic. La stagione del giovane centravanti non è stata delle migliori, con soli due gol messi a segno in venti presenze di campionato, a fronte di altre due reti realizzate in due partite di coppa Italia. Annata condizionata anche dal rendimento complessivo del Genoa, che si trova a pari punti con il Lecce terzultimo, a quota venticinque, e fuori dalla zona retrocessione solo per una miglior differenza reti. Il talento del classe 1999 resta indiscusso e per questo motivo l'Inter è pronta a riacquistarlo per poi cederlo ad un club interessato.

Nelle ultime ore si sarebbe fatto sotto anche il Torino. I granata sono alla ricerca di un rinforzo nel reparto avanzato e avrebbero pensato proprio a Pinamonti. L'attaccante piace molto al tecnico dei granata, Moreno Longo, che lo ha allenato lo scorso anno a Frosinone, nel primo anno del centravanti in pianta stabile nel massimo campionato italiano.

La trattativa

La valutazione di Andrea Pinamonti resta importante, soprattutto se l'Inter dovesse riacquistarlo per circa 18-19 milioni di euro. I nerazzurri, infatti, non accetteranno di sedersi al tavolo delle trattative per proposte inferiori ai venticinque milioni di euro. Una cifra molto importante, che difficilmente il Torino potrebbe investire senza la cessione di Belotti e la mancata qualificazione in Europa League.

Per questo motivo, i granata potrebbero cercare di intavolare uno scambio alla pari con Armando Izzo, che piace molto al club meneghino tanto che si era ipotizzato un altro scambio con un altro nerazzurro, Roberto Gagliardini. Con la cessione del Gallo, invece, Urbano Cairo potrebbe decidere di non sacrificare il proprio centrale e mettere sul piatto l'intera cifra richiesta.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina A.S. Roma
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!