Tutto fermo ma solo apparentemente in casa Crotone. La formazione rossoblu, seconda in classifica nel torneo di Serie B, ha ripreso nella scorsa settimana gli allenamenti in forma individuale presso il centro sportivo "Antico Borgo". Gran parte dei tesserati si sono esercitati sul terreno di gioco rispettando le disposizioni governative sul distanziamento sociale, alcuni invece, hanno proseguito ad allenarsi presso le proprie abitazioni in attesa di novità sulla ripresa del campionato. Un tentativo di ritorno alla normalità necessario a mantenere uno stato di condizione accettabile per affrontare nelle prossime settimane un'eventuale ripresa della stagione agonistica.

Crotone, Ursino lavora per il futuro

Indipendentemente dall'esito di questa stagione il Crotone non vuole farsi trovare impreparato, approfittando di queste giornate per vagliare alcuni profili in ottica mercato. Come sempre ad occuparsi di questo è lo storico direttore sportivo rossoblu Beppe Ursino, artefice di tanti successi per la società della famiglia Vrenna. Il dirigente rossoblu ha analizzato il momento vissuto dal calcio e dal Crotone in una piccola intervista rilasciata al Corriere dello Sport. "Il Crotone cercherà di farsi trovare pronto, al momento la cosa più importante è che ci sia un protocollo stilato da organismi competenti che garantiscano il massimo della sicurezza. Fermarci?

Se ci diranno di smettere lo faremo a malincuore".

Il futuro passa dal mercato

Quello che attende il calcio italiano sarà un periodo di scarsa disponibilità economica, una fase nella quale fare valere la forza delle idee e nella quale il lavoro quotidiano potrà fare la differenza. Lo stesso Beppe Ursino analizza il futuro mercato.

"Sarà un mercato caratterizzato da scambi, noi tenteremo di valorizzare i giovani, cosa che abbiamo sempre fatto, fondamentale sarà arrivare in anticipo su giovani profili già pronti per la categoria. In queste settimane sto seguendo molti calciatori. Se si vuole ripartire nel migliore dei modi credo sia più importante concentrare l’attenzione sul prossimo campionato e non su questo".

Finale di campionato per il Crotone

Con dieci turni ancora da disputare e due punti di vantaggio sul Frosinone, il Crotone guarda con fiducia ad una ripresa della stagione. Per bruciare i tempi i rossoblu alla pari del Pescara sono stati tra i primi a tornare ad allenarsi. Il calendario degli squali sembra comunque in discesa: cinque sfide all'Ezio Scida altrettante fuori casa con scontri diretti tutti da disputare tra le mura amiche compreso lo spareggio promozione contro la squadra di Alessandro Nesta. Voglia di riprendere dunque ma in tutta sicurezza e con sullo sfondo la possibilità di tornare in Serie A dopo due stagioni.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Serie B
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!