Uno dei giocatori che potrebbe infiammare la prossima sessione di calciomercato è Mauro Icardi. Il centravanti argentino ha lasciato l'Inter l'estate scorsa, ma il suo cartellino è ancora di proprietà dei nerazzurri visto che è stato ceduto in prestito al Paris Saint-Germain con diritto di riscatto fissato a 70 milioni di euro. Opzione che i francesi non sembrerebbero intenzionati a esercitare, visto che puntano a uno sconto dopo la crisi economica, legata all'emergenza sanitaria, che ha colpito anche il mondo del calcio negli ultimi mesi. I club hanno perso introiti importanti, con il campionato francese che è stato sospeso definitivamente, a differenza di quanto successo in Italia.

La possibile offerta del Psg

La stagione di Mauro Icardi con la maglia del Paris Saint-Germain è stata comunque positiva. Il centravanti argentino, solo l'ultimo giorno della sessione estiva di calciomercato, ha deciso di accettare la cessione in prestito con diritto di riscatto e, inevitabilmente, ha pagato dal punto di vista fisico. Alla fine, comunque, ha realizzato 12 reti in Ligue 1, dando un contributo importante per la conquista del titolo, a fronte di cinque marcature messe a segno in sei presenze in Champions League. Nella seconda parte dell'annata Maurito è di fatto finito ai margini dell'undici titolare, restando in panchina nella doppia sfida di Champions contro il Borussia Dortmund, valida per gli ottavi di finale.

Nonostante ciò, il Psg vorrebbe acquistare a titolo definitivo l'ex capitano dell'Inter, anche alla luce del probabile addio di Edinson Cavani, in scadenza di contratto e accostato proprio ai nerazzurri negli ultimi giorni. Il club dello sceicco non vorrebbe esercitare il diritto di riscatto e, secondo quanto riportato dal noto esperto di mercato, Gianluca Di Marzio, la proposta non ancora formalizzata ai dirigenti nerazzurri, ma prossima a essere spedita, sarebbe di 50 milioni di euro al club meneghino, più 10 milioni di bonus, non tutti facilmente raggiungibili.

La possibile risposta dell'Inter

L'Inter avrebbe aperto le porte a una possibile trattativa con il Paris Saint-Germain per la cessione di Mauro Icardi, concedendo uno sconto rispetto alla clausola di riscatto inizialmente stabilita. I nerazzurri, però, secondo quanto riporta Di Marzio sul proprio sito, avrebbero l'idea di rifiutare la proposta (ritenendo i 50 milioni di euro di parte fissa insufficienti), in attesa di un rialzo.

Non è escluso che l'affare, alla fine, possa andare in porto intorno ai 60 milioni di euro di parte fissa, valutando poi l'eventuale inserimento di bonus. In questo modo il club nerazzurro verrebbe incontro ai francesi e avrebbe, comunque, un cospicuo tesoretto da poter investire sul mercato in entrata visto che si tratterebbe di una plusvalenza praticamente piena, essendo Maurito iscritto quasi a zero a bilancio.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!