Mauro Icardi a prezzo di "saldo". Il Paris Saint-Germain pare che abbia contattato l'Inter per confermare la sua volontà di acquistare a titolo definitivo l'attaccante argentino. I 20 goal segnati nella sua prima stagione parigina avrebbero convinto il club transalpino (e soprattutto il direttore sportivo Leonardo) a rompere gli indugi, anche se ci sarebbe l'intenzione di ottenere uno sconto rispetto ai 70 milioni di euro pattuiti ai primi di settembre, quando c'era stato il passaggio in prestito dell'ex centravanti interista alla squadra francese.

Infatti, il Psg avrebbe proposto all'Inter di chiudere l'accordo sulla base di 50 milioni di euro più 10 di bonus.

Adesso la società di Al-Khelaifi avrebbe una certa fretta nel trovare l'intesa giusta, perché il 31 maggio scade l'opzione di riscatto riconosciuta proprio alla compagine francese. Dunque, se si dovesse andare oltre questa data, sarebbe necessario definire nuovamente i termini dell'operazione sia con i nerazzurri che con il calciatore stesso.

Secondo la Gazzetta dello Sport, da Milano non avrebbero chiuso la porta ad una cessione di Mauro Icardi a un prezzo più basso rispetto a quello prestabilito qualche mese fa. Tuttavia, i vertici dell'Inter avrebbero fatto sapere che sarebbero disposti a rivedere le richieste iniziali al ribasso fino a 60 milioni di euro più bonus (da definire). E a queste cifre (si parla comunque di un giocatore che ha 27 anni, dunque giovane e nel pieno della carriera agonistica) il Paris Saint-Germain potrebbe essere disposto ad accettare di mettere nero su bianco l'acquisizione a titolo definitivo del bomber sudamericano.

Sullo sfondo, intanto, ci sarebbe Edinson Cavani che sarebbe pronto a vestire la maglia dell'Inter.

Il Psg avrebbe scelto Icardi: Cavani libero di cambiare aria a parametro zero

In casa Paris Saint-Germain sanno che, sia per una questione di ingaggi che di ruoli in organico, non possono trattenere sia Mauro Icardi che Edinson Cavani.

La decisione di avviare la trattativa con l'Inter per l'acquisto a titolo definitivo del 27enne argentino rappresenterebbe la scelta della società francese di puntare sull'ex capitano nerazzurro e non più sull'ex Napoli. Dunque, essendo in scadenza di contratto alla fine di giugno, Cavani non rinnoverà e potrà accasarsi a parametro zero altrove.

E L'Inter al momento sarebbe tra le principali pretendenti al Matador.

La Gazzetta dello Sport sottolinea che, affinché possa arrivare la fumata bianca tra l'Inter ed Edinson Cavani, si dovrebbero verificare tre condizioni che per il club lombardo sarebbero imprescindibili. Innanzitutto dovrebbe concretizzarsi proprio il riscatto di Icardi da parte del Psg. A questo punto, i nerazzurri potrebbero fare l'offerta di ingaggio a Cavani, dicendogli chiaramente che a Milano non potrebbe avere lo stesso stipendio che gli hanno garantito a Parigi in questi anni, e che dovrebbe accettare il tetto massimo di 7,5 milioni stagionali riconosciuto finora soltanto a Lukaku ed Eriksen.

La terza necessità sarebbe legata soprattutto ad Antonio Conte: il tecnico vorrebbe essere rassicurato sulle motivazioni del 33enne uruguaiano nell'accettare di sposare la causa nerazzurra.

Infine, per quanto riguarda le concorrenti nella corsa a Cavani, l'Atletico Madrid avrebbe perso posizioni, mentre l'Inter Miami pare sia fortemente interessata all'attaccante del Psg.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!