Le indiscrezioni sul Calciomercato della Juventus ultimamente si stanno soffermando su un probabile approdo a Torino del centrocampista dell'Udinese Rolando Mandragora. I bianconeri piemontesi starebbero infatti pensando di esercitare l'opzione di recompra a 26 milioni di euro prevista dal contratto del giocatore 23enne.

Sulla vicenda è intervenuto il procuratore di Mandragora, Luca De Simone, il quale ha rilasciato un'intervista a Radio Kiss Kiss. L'agente ha innanzitutto ricordato che il suo assistito è seguito da diversi club importanti, anche perché attualmente è il classe 1997 che ha accumulato il minutaggio maggiore in Serie A.

La Juventus ha un'opzione, non un obbligo di riacquisto a 26 milioni di euro

L'agente sportivo Luca De Simone ha quindi spiegato la condizione contrattuale di Mandragora. Questi è stato oggetto di una "cessione biennale" da parte della Juventus all'Udinese con una opzione di recompra da parte della società torinese per 26 milioni di euro. Si tratta di un passaggio importante, giacché il procuratore ha chiarito che la Juve non ha alcun obbligo di riacquisto del calciatore. Guardando al mercato, De Simone ha ribadito che le presenze accumulate in Serie A e le convocazioni nella Nazionale italiana hanno indubbiamente fatto crescere l'interesse di diverse squadre verso il giovane centrocampista.

Tra le varie società che starebbero seguendo l'evoluzione della vicenda Mandragora-Juventus, ci sarebbero Roma, Fiorentina e Napoli.

Il club piemontese potrebbe riacquistarlo per poi utilizzarlo come pedina di scambio per mettere a segno alcuni colpi di mercato. Ad esempio, il mediano di Scampia potrebbe essere proposto al Napoli come contropartita tecnica per arrivare ad Arkadiusz Milik, oppure potrebbe essere offerto alla Fiorentina nella trattativa per Federico Chiesa.

Roma: idea scambio Cristante-Mandragora con la Juventus

La Roma, invece, secondo il Corriere dello Sport starebbe pensando di mettere in piedi uno scambio Cristante-Mandragora, ovviamente qualora il centrocampista dell'Udinese dovesse tornare alla Juventus. Entrambi i calciatori hanno una valutazione di mercato che si aggira intorno ai 30 milioni di euro, dunque quest'ipotetica operazione potrebbe tornare a vantaggio delle due società.

Sia la Juve che la Roma, infatti, in caso di accordo, si garantirebbero dei guadagni importanti per le rispettive finanze.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!