Una fascia (sinistra) per tre: Emerson Palmieri, Marcos Alonso e Junior Firpo. L'Inter, che ormai attende solo la firma sul contratto di Hakimi per ufficializzare l'acquisto dell'esterno destro marocchino dal Real Madrid (attualmente in prestito al Borussia Dortmund), starebbe già pensando a sistemare la corsia mancina. Queste strategie di mercato rientrano pienamente nelle idee di gioco di Antonio Conte che per il suo 3-5-2 (o 3-4-1-2 con Eriksen) prevede degli esterni di qualità e quantità che sappiano difendere ma anche galoppare sulla fascia in proiezione offensiva.

Secondo la Gazzetta dello Sport, i radar nerazzurri si sarebbero proiettati innanzitutto su Londra, sponda Chelsea, dove militano Emerson Palmieri e Marcos Alonso.

In seconda battuta ci sarebbe Junior Firpo, il cui approdo a Milano potrebbe essere in qualche modo legato alla trattativa che porterebbe Lautaro Martinez al Barcellona.

Durante il mercato di gennaio, in qualche modo il club milanese ha ovviato alla richiesta di Conte di avere un nuovo terzino sinistro. Infatti dal Manchester United è arrivato Ashley Young che non ha faticato molto ad adattarsi al calcio italiano. Tuttavia, si tratta pur sempre di un giocatore di 35 anni che ovviamente non può garantire continuità di prestazioni per un'intera stagione tra campionato e coppe. In organico c'è anche Cristiano Biraghi, ma il 27enne milanese non ha convinto appieno e molto probabilmente potrebbe rientrare dal prestito alla Fiorentina.

Asamoah invece, a causa dei continui infortuni, non risulta più affidabile sulla lunga distanza.

Dunque, è necessario avere un innesto di qualità sulla corsia mancina che faccia il paio con il talentuoso "dirimpettaio" di destra Hakimi.

Inter: Emerson Palmieri o Alonso i favoriti per la corsia di sinistra

In questa fase, sembra che il prossimo padrone della fascia sinistra interista possa arrivare da Londra e dalla Premier League. Antonio Conte accoglierebbe volentieri alla Pinetina Emerson Palmieri. L'italo-brasiliano, dal canto suo, in una recente intervista rilasciata a Sky Sport ha lanciato chiari segnali all'ambiente nerazzurro, sottolineando la propria stima verso l'allenatore leccese con il quale ha condiviso un breve periodo al Chelsea: "Sono stato con Conte sei mesi - ha dichiarato - da lui ho imparato tantissimo.

È un tecnico fantastico".

Da quando sulla panchina del Chelsea è approdato Lampard, i rapporti con Emerson Palmieri non sono stati del tutto idilliaci. Non a caso, in questa stagione l'ex Roma ha perso il posto da titolare, e non gioca in Premier League dal mese di gennaio.

Il club britannico ha in organico un altro esterno sinistro che rientra nella "rosa dei beati" di Antonio Conte. Si tratta di Marcos Alonso che l'attuale tecnico nerazzurro richiese e ottenne dal Chelsea quando era il titolare della panchina dei Blues. Il sodalizio Conte-Alonso è stato proficuo: sotto la guida dell'allenatore salentino l'ex Fiorentina non solo si è esibito in prestazioni ottimali, ma è riuscito a segnare anche 14 reti, 4 delle quali su punizione.

E proprio l'abilità del 30enne spagnolo sui calci piazzati potrebbe essere un punto a suo favore nelle preferenze dell'Inter: la squadra milanese raramente riesce a rendersi pericolosa con i calci da fermo, e nemmeno l'arrivo di Eriksen (uno specialista ai tempi del Tottenham) è riuscito finora a colmare questa lacuna.

Marcos Alonso, avendo 30 anni, costa circa 30 milioni di euro, una decina in meno rispetto a Emerson Palmieri che invece è più giovane, infatti compirà 26 anni il 3 agosto.

La strada per Junior Firpo passa da Lautaro Martinez

Al momento, nella corsa alla fascia sinistra dell'Inter appare in leggero svantaggio Junior Firpo. Il laterale sinistro di origini dominicane e di nazionalità spagnola piace al club lombardo e al tecnico Conte, però si tratterebbe di un obiettivo legato in qualche modo alla vicenda Lautaro Martinez.

In queste ultime settimane il Barcellona avrebbe allentato un po' la presa sull'attaccante argentino, anche perché le difficoltà finanziarie dei blaugrana impedirebbero di versare nelle casse dei milanesi i 111 milioni di euro della clausola rescissoria che tra l'altro scadrà il 7 luglio.

Dunque, sembra proprio che il "Toro" sia destinato a restare in nerazzurro anche nella prossima stagione, e a tal proposito la società del Gruppo Suning starebbe pensando di proporgli un rinnovo contrattuale con aumento d'ingaggio. Tuttavia, non è da escludere che prima del 7 luglio da Barcellona possa arrivare un nuovo tentativo, proponendo ancora una volta all'Inter una contropartita tecnica e un conguaglio economico più basso dei suddetti 111 milioni.

In questo caso, l'amministratore delegato interista Beppe Marotta potrebbe fare il nome di Junior Firpo. Ovviamente, qualora il Barça dovesse accettare di inserirlo nella trattativa Lautaro, bisognerebbe accordarsi sulla valutazione da dare all'esterno spagnolo e sul cash da pagare alla compagine lombarda. L'unico neo del laterale mancino dei blaugrana sarebbe la sua scarsa propensione alla fase difensiva ma, trattandosi di un giocatore giovane (24 anni ad agosto) e di talento, Conte non dovrebbe avere troppi problemi nell'istruirlo a dovere.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!