Un doppio binario per il mercato dell'Inter. Sarebbero queste, secondo Tuttosport, le intenzioni del club milanese per la campagna acquisti-cessioni in vista della stagione 2020-2021. Tutto dipenderà dal confronto decisivo che ci sarà fra Antonio Conte e la proprietà cinese al termine dell'ultimo impegno di quest'anno, l'Europa League. In caso di conferma dell'attuale tecnico si andrebbe su alcuni obiettivi graditi all'ex Chelsea, a partire dal centrocampista Ndombele del Tottenham e passando per il romanista Dzeko da prelevare come vice-Lukaku. La situazione cambierebbe in caso di divorzio anticipato, con il Gruppo Suning che andrebbe ad ingaggiare Massimiliano Allegri.

Questi per il centrocampo potrebbe chiedere di fare un tentativo con il Real Madrid per Toni Kroos.

Antonio Conte molto probabilmente - tra le altre cose - chiederà all'Inter di fare un altro sforzo con una serie di investimenti che andrebbero ulteriormente ad arricchire l'organico di calciatori di qualità, quantità ed esperienza. Tuttavia, dopo aver speso 180 milioni di euro nella scorsa stagione, sembra difficile che la famiglia Zhang possa dare il via libera ad altre operazioni così onerose. Non bisogna dimenticare che in queste settimane la società meneghina ha già versato circa 50 milioni per riscattare Barella dal Cagliari e Sensi dal Sassuolo, e 40 milioni al Real Madrid per il cartellino del terzino destro Hakimi.

L'attuale allenatore interista però avrebbe già inviato dei segnali ai vertici del club. Avrebbe chiesto la permanenza di Lautaro Martinez (evitando così che possa accasarsi al Barcellona) e avrebbe dato il via libera alle partenze di Brozovic e Skriniar. Il difensore slovacco, con il tecnico leccese ancora in panchina, potrebbe essere inserito in uno scambio di mercato che lo porterebbe al Tottenham, alla corte di Mourinho, con Ndombele che farebbe il percorso inverso.

A questo punto però sarebbe necessario riempire il vuoto lasciato in rosa dall'ex Sampdoria. L'amministratore delegato Marotta starebbe seguendo con attenzione il giovane e promettente Kumbulla del Verona. Conte però gradirebbe un elemento di maggiore esperienza, e avrebbe fatto i nomi dello svincolato Vertonghen, dell'ex Roma Smalling (rientrato al Manchester United) e del difensore del Torino Izzo.

Inter: Conte sogna ancora Vidal, Dzeko-Giroud obiettivi per l'attacco

Antonio Conte inoltre per la sua Inter versione 2020-2021 non avrebbe ancora rinunciato al suo "pallino", Arturo Vidal. Sul centrocampista cileno potrebbe piombare anche la Juventus, poiché sembra che Andrea Pirlo voglia puntare sul ritorno in bianconero dell'attuale giocatore del Barcellona per rilanciare le quotazioni della mediana della formazione torinese. Tornando all'Inter, si sarebbe riaperto uno spiraglio con il Napoli per uno scambio Allan-Vecino. Sulla fascia sinistra in pole-position ci sarebbe ancora Emerson Palmieri (Chelsea).

In attacco (detto di Lautaro Martinez) resterebbe in piedi la questione del vice-Lukaku.

Com'è già accaduto la scorsa estate, l'allenatore nerazzurro starebbe ancora insistendo con la società per poter avere con sé Edin Dzeko della Roma oppure Olivier Giroud del Chelsea. Anche in questo caso potrebbe esserci una leggera diversità di vedute, poiché i dirigenti preferirebbero andare su un profilo più giovane come l'ex Pinamonti o il centravanti 21enne dell'Hertha Berlino Matheus Cunha.

L'eventuale Inter di Allegri potrebbe puntare su Kroos

I movimenti di mercato dell'Inter cambierebbero se al termine della stagione si arrivasse ai saluti con Antonio Conte, andando ad affidare la guida tecnica della squadra a un altro ex Juventus, Massimiliano Allegri. Siccome il tecnico toscano di solito preferisce giocare con la difesa a quattro, quasi certamente andrebbe a chiedere la conferma di Skriniar, bloccando così qualsiasi discorso con il Tottenham per l'eventuale scambio con Ndombele.

Il centrocampo dovrebbe essere comunque puntellato, ma in questo caso Allegri potrebbe chiedere a Marotta e Ausilio di provare ad acquistare il centrocampista del Real Madrid Toni Kroos. Infatti, durante la sua esperienza alla Juventus, l'allenatore livornese aveva sperato in più di un'occasione di averlo con sé. L'altro obiettivo potrebbe essere Milinkovic-Savic della Lazio, ma siccome il presidente Lotito è pronto a chiedere una cifra considerevole per lasciarlo partire, sarebbe fuori portata.

Sugli esterni resterebbe valida l'opzione Emerson Palmieri. Attenzione ad una vecchia conoscenza dell'ambiente interista: Perisic, se non dovesse essere riscattato dal Bayern Monaco, rientrerebbe alla base e Allegri potrebbe anche decidere di trattenerlo se lo ritenesse funzionale alla sua idea di gioco.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!