Si muove, stavolta per davvero, il Calciomercato della Lazio. Mohammed Fares, esterno algerino di 24 anni, è atteso alla clinica Paideia per sostenere le visite medite di rito. Vedat Muriqi, il gigante kosovaro prelevato dal Fenerbahce, sarà invece a Roma giovedì (ha, infatti, ottenuto un permesso per il matrimonio della sorella). Dopo tanta attesa due rinforzi pronti a sposare il progetto biancoceleste: non resta che aspettare l'arrivo di entrambi nella capitale. Il prossimo obiettivo di Tare e Lotito sarà, quindi, assicurare alla rosa di Simone Inzaghi almeno un difensore e la tanto agoniata seconda punta/trequartista; senza dimenticare il mercato in uscita.

Difesa: Kumbulla nome caldo

Il reparto difensivo laziale è in fermento. Le parole di Acerbi (che pre-gara della nazionale sono state parzialmente corrette) e la probabile riapertura di un tavolo di lavoro tra Hellas Verona e Lazio per Marash Kumbulla hanno animato il week-end sulle rive del Tevere. Per il centrale albanese, classe 2000, la situazione varia di minuto in minuto. Mentre nella giornata di domenica erano circolate voci di un contatto, a seguito del dietro-front interista, tra Setti e Lotito per ri-intavolare la trattativa, ieri, fresca d'incasso grazie a Romero, si sarebbe rifatta sotto la Juventus. Com'è risaputo al club di Lotito non piacciono aste, motivo per il quale sembra intenzionato a lanciare l'offensiva definitiva a Kumbulla.

L'Hellas ha necessità di monetizzare per poi reinvestire, non può tergiversare ancora. Tanto che Setti sembrerebbe accontentarsi di una cifra vicina ai 20 milioni. La Lazio ne offre 15 più il cartellino di Cristiano Lombardi.

Capitolo Izzo. Il centrale napoletano gode dell'apprezzamento di Simone Inzaghi: è sicuramente lui il primo nome sulla lista dei desideri del tecnico.

Tuttavia la trattativa rimane difficilissima. I rapporti tra Cairo e Lotito non sarebbero dei migliori ed il Torino vorrebbe monetizzare la cessione del difensore senza l'inserimento di contropartite tecniche (Badelj).

Centrocampo: offerto Torreira, ma Leiva da garanzie

Gli ultimi giorni ad Auronzo di Cadore avevano preoccupato Inzaghi ed il suo staff: Leiva non era pronto.

Messaggio ricevuto dalla società, che si era prontamente tuffata su Jefferson Lerma del Bournrmouth. Il centrocampista brasiliano, però, nelle ultime ore ha registrato notevoli miglioramenti al punto d'aver svolto l'intera sessione di allenamento in gruppo. Viste anche le buone prove offerte nel ruolo dal neo-acquisto Escalante, la società ha deciso di temporeggiare e rifiutare la proposta degli agenti di Torreira. Il centrocampista uruguaiano, dopo due anni all'Arsenal, vorrebbe tornare in Italia, ma la Lazio, al momento, non opterà per nessun nuovo membro nel ruolo.

Mandzukic potrebbe diventare un obiettivo

Preso Muriqi la Lazio sembra intenzionata a regalare un altro attaccante a Simone Inzaghi.

I rumors circolati nella giornata di ieri vedevano Mario Mandzukic al centro di un vero e proprio derby di mercato tra Roma e Lazio. Tuttavia è lecito pensare che il profilo cercato da Tare sia diverso. Un profilo alla David Silva, per intenderci. Tutto tace, in questo senso, nella società: l'intenzione è quella di regalare un giocatore di spessore internazionale senza rimanere scottati come nel caso dello spagnolo.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!