La nazionale portoghese, di recente, ha ufficializzato la positività al Covid di Cristiano Ronaldo, che non ha potuto disputare il match giocato mercoledì 14 ottobre contro la Svezia e finito 3 a 0 per i lusitani. Una notizia che non ha fatto evidentemente piacere alla Juventus, che non potrà disporre di CR7 per almeno tre partite. Secondo il protocollo, infatti, il giocatore dovrà rimanere in isolamento per dieci giorni. La speranza è che possa tornare disponibile per il match di Champions League contro il Barcellona. La scelta di CR7 di 'evadere' la bolla del J Hotel la settimana scorsa (senza aspettare il secondo tampone) per rispondere alla chiamata della nazionale del Portogallo, non sarebbe stata apprezzata dalla società bianconera, in particolar modo dal presidente Andrea Agnelli.

Fra l'altro, la Juventus ha poi deciso di 'liberare' anche gli altri nazionali impegnati all'estero. Il massimo dirigente bianconero, infatti, si sarebbe raccomandato con i giocatori di rispettare le regole. Il rischio non è solo sanitario ma anche giudiziario. I giocatori che hanno lasciato la 'bolla' riceveranno con ogni probabilità una sanzione disciplinare che però dovrebbe limitarsi alla 'sola' multa.

CR7 potrebbe trovare clima teso dopo aver 'evaso' la bolla del J Hotel

Secondo Fanpage, la scelta di Cristiano Ronaldo di non rispettare l'isolamento fiduciario alla Continassa non sarebbe stata apprezzata dal presidente Agnelli. Il caso ha poi voluto che il portoghese abbia contratto il virus, probabilmente, nel ritiro della nazionale lusitana e sarà costretto a stare dieci giorni in isolamento.

D'altronde, Cristiano Ronaldo non è nuovo al mancato rispetto delle regole. Era successo anche durante il lockdown dei mesi scorsi quando, in Portogallo, era andato ad allenarsi in un campo a Funchal, nell'isola di Madeira. Sempre nella sua terra natale, aveva partecipato anche ad una festa privata per il compleanno di sua nipote.

Dieci giorni di isolamento fiduciario

Da protocollo, Cristiano Ronaldo dovrà rispettare dieci giorni di isolamento fiduciario. Salterà sicuramente i match contro Crotone, Dinamo Kiev (in Champions League) e Hellas Verona. La Juventus spera di poterlo recuperare per la seconda giornata della massima competizione europea.

All'Allianz Stadium di Torino infatti arriverà il Barcellona di Leo Messi.

Intanto, la Juventus sarà impegnata sabato 17 ottobre contro il Crotone. Pirlo dovrà far fronte a diverse defezioni, Cristiano Ronaldo e Mckennie mancheranno perché positivi al coronavirus. Anche Alex Sandro e Ramsey dovrebbero non essere disponibili per alcuni acciacchi fisici.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!