Uno dei giocatori che con ogni probabilità caratterizzerà la prossima sessione invernale di calciomercato, a gennaio, è Christian Eriksen. Il centrocampista danese è in rotta con l'Inter e pensare ad una sua permanenza a Milano oggi sembra quasi impossibile, soprattutto dopo le polemiche delle ultime settimane. Il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, d'altronde, lo ha spesso relegato in panchina, mandandolo in campo solo negli ultimi spezzoni di gara. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso è stato l'ingresso in campo solo al 92' contro il Bologna nell'ultimo match di campionato.

Eriksen in uscita

L'Inter sarebbe pronta a sacrificare Christian Eriksen nella prossima sessione di calciomercato. Il centrocampista danese è stato acquistato solo un anno fa, a gennaio, dal Tottenham per poco più di 20 milioni di euro ma nella sua avventura in nerazzurro non ha mai convinto. In questi mesi, infatti, ha messo a segno due reti in Europa League, una in Coppa Italia e una in campionato, tutti lo scorso anno visto che in quest'annata non ha mai timbrato il cartellino, collezionando sette presenze in campionato e tre in Champions League.

Il club meneghino preme per la sua cessione visto anche l'alto ingaggio percepito dal giocatore, superiore ai 7 milioni di euro a stagione, tanti, troppi per un calciatore relegato stabilmente in panchina da Antonio Conte.

Per Eriksen potrebbe esserci un ritorno in Premier League, visto che su di lui avrebbe messo gli occhi il West Ham, mentre sembra difficile pensare ad un ritorno al Tottenham. Gli Hammers stanno facendo bene in questa prima parte della stagione e a gennaio cercheranno ulteriori rinforzi per provare a strappare un piazzamento europeo.

Il classe 1992, tra l'altro, si sposerebbe alla perfezione con il 4-2-3-1 che può schierare il tecnico Moyes.

La possibile trattativa

Da qualche giorno, stando a quanto riportato da Eurosport, Inter e West Ham avrebbero cominciato a discutere del futuro di Christian Eriksen. La volontà dei nerazzurri sarebbe quella di cederlo a titolo definitivo in modo che, oltre a risparmiare sul pesante ingaggio, verrebbe racimolato un tesoretto da investire poi in entrata.

Il club meneghino vorrebbe realizzare anche una plusvalenza visto che lo scorso anno, quando ha acquistato Eriksen a 20 milioni, veniva ritenuto da tutti un affare data la valutazione che era oltre gli 80 milioni. Per questo motivo con gli Hammers si potrebbe intavolare anche una trattativa sulla base del prestito di diciotto mesi, fino a giugno 2022, con obbligo di riscatto fissato a 35-40 milioni di euro, con Marotta che realizzerebbe una plusvalenza molto alta.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!