La finale di Champions League si è conclusa con la vittoria del Real Madrid che si è imposto sul Liverpool con il risultato di 1-0. La rete di Vinicius Jr. ha regalato, alla compagine di Carlo Ancelotti il quattordicesimo titolo di campione d'Europa.

Di seguito approfondiamo le pagelle del match.

Le pagelle del Liverpool

Alisson 5: L'ex portiere della Roma non sembrava in serata di grazia e l'indecisione sul gol annullato poi a Benzema ne è la riprova. Sbaglia diversi palloni anche con i piedi.

Alexander-Arnold 4,5: si perde colpevolmente Vinicius nell'occasione del gol segnato dal Real Madrid.

Inoltre, in fase offensiva, non è il solito, sbagliando diversi traversoni e tiri. Stanco.

Konatè 6: fa il suo e insieme a Van Dijk riesce ad arginare le offensive di Benzema e compagni.

Van Dijk 6: il Real Madrid attacca poco e lui ne giova. Per il resto, amministra con la solita eleganza i pochi palloni toccati.

Robertson 5,5: spinge sulla sinistra per gran parte della partita, ottenendo davvero poco.

Fabinho 5,5: entra duro quando deve ma non riesce a rendersi protagonista di una partita nella quale, sarebbe servita più classe che legna.

Henderson 6: la solita partita di grinta e corsa per il capitano dei Reds.

Thiago Alcantara 5: se a centrocampo il Liverpool non ha dato particolari segni di vita, le maggiori colpe sono le sue.

Inventa poco e non arriva praticamente mai al tiro. Poco inspirato.

Diaz 4,5: praticamente annullato da Carvajal, l'esterno rivelazione del Liverpool fa pentire Klopp di averlo messo dal primo minuto.

Salah 6.5: l'egiziano, come spesso succede, è uno dei più ispirati dei suoi. Mette in difficoltà Courtois più di una volta e lo costringe a superarsi con interventi da fenomeno.

Voleva la rivincita con il Real, ha ottenuto un'altra sconfitta.

Mané 6: schierato come centroavanti per facilitare il gioco a Diaz, Manè è l'unico che impensierisce il Real Madrid nel primo tempo. Il secco destro, deviato da Courtois sul palo, terrorizza Ancelotti, poi, si spegne lentamente.

Allenatore Klopp 4.5: a posteriori, la scelta di mettere come prima punta Mané per schierare Diaz sulla sinistra non ha ripagato e dopo aver sfiorato la Premier League, Klopp vene svanire anche la Champions League.

Le pagelle del Real Madrid

Courtois 8,5: il migliore in campo del suoi, neutralizza tutte le offensive del Real Madrid con parate al limite del fantascientifico.

Carvajal: 7,5: cattivo e aggressivo su ogni pallone, annulla prima Diaz e poi Manè.

Militão 7: padroneggia su ogni pallone aereo e si impone sui rivali con grande fermezza.

Alaba 6.5: cambia ruolo, squadra, compagni e campionato ma il risultato è sempre positivo.

Mendy 6: spinge poco perché il Real Madrid, per scelta o per la forza degli avversari, gioca prettamente in difesa.

Kroos 6,5: il tedesco, in vena di pochi convenevoli, si tramuta in "fabbro" piuttosto che in artista, impostando poco ma essendo spesso determinante in fase di copertura.

Casemiro 7: il migliore del reparto di centrocampo. Sporca tantissimi palloni e scherma la difesa in maniera impeccabile.

Modrić 6,5: il croato, come Kroos, si vede poco in fase propositiva ma la sua esperienza gli permette di gestire decine di palloni con la solita classe.

Valverde 7: cerca di aiutare Benzema e Vinicius ed al '59 ci riesce, servendo al compagno brasiliano un assist al bacio.

Benzema 6,5: segna ma gli annullano il gol per questione di centimetri. Accompagnato poco dai compagni e marcato da due colossi, il francese soffre leggermente di più del solito ma se il Real Madrid si trova in finale, grande merito è il suo.

Vinícius Júnior 7,5: partita generosa, ma ha il merito di segnare il gol che regala la quattordicesima coppa della storia del Real Madrid.

Allenatore: Ancelotti 9: trionfa in Liga e in Champions League con praticamente gli stessi giocatori che l'anno scorso non avevano vinto nulla.