Il CT dell'Azerbaigian, Gianni De Biasi, ha parlato a RadioBianconera della Juventus, criticandola per l'inizio di stagione altalenante. Sulla Vecchia Signora si è espresso anche Luigi De Agostini, ex bianconero, il quale si è detto convinto che la squadra di Allegri possa rientrare in corsa per i vertici della classifica di Serie A.

De Biasi sulla Juventus: 'Mai vista giocare bene, non ho visto fluidità di gioco'

Gianni De Biasi si è soffermato sui risultati ottenuti dalla Juventus prima della sosta per i mondiali in Qatar. L'allenatore veneto ha affermato: "È stata una Juventus incredibilmente deludente nella prima parte di stagione, ma Allegri è stato bravo a destreggiarsi in questa situazione che si stava complicando.

Non ho mai visto giocare bene questa Juve, non ho visto grande fluidità di gioco nè circolazione palla, ma poi è migliorata, la vittoria contro la Lazio, ad esempio, è stata chiara e limpida".

De Biasi ha poi parlato dell'Europa League, sottolineando che la compagine bianconera dovrà affrontare la competizione con estrema serietà e convizione. Ad ogni modo, il commissario tecnico dell'Azerbaigian sostiene che da gennaio si possa vedere una squadra in crescita, grazie soprattutto al rientro degli infortunati.

L'ex allenatore di Torino e Udinese ha concluso parlando di Dusan Vlahovic. Ha dichiarato che si tratta di un giocatore che ha "forza, qualità e tempo". Nonostante ciò, quando lo vede in campo con la Juventus gli sembra "diverso" perché probabilmente non viene ben supportato dai suoi compagni di squadra.

De Agostini difende la Juventus: 'Conosco l'ambiente e so che non mollano mai'

Diverso il parere di Luigi De Agostini rispetto a quello del succitato Gianni De Biasi. L'ex calciatore della Juventus, sempre ai microfoni di RadioBianconera, ha voluto sottolineare come la compagine piemontese abbia nel suo DNA la capacità di reagire anche nei momenti più complicati: "Dicevo di aspettare a fare il funerale alla Juve.

Conosco l'ambiente e so che non mollano mai".

In merito alla lotta-scudetto, l'ex calciatore ha aggiunto: "Per me il campionato non è già finito. L'obiettivo? È una stagione strana con questo mondiale in mezzo. La Juve ha dato più nazionali delle altre, vuol dire che tanto scarsa non è".

De Agostini, infine, ha commentato positivamente l'eventuale arrivo di Milinkovic-Savic alla Juventus al posto di Adrien Rabiot, il quale molto probabilmente alla fine di giugno del 2023 si svincolerà a parametro zero.