Esponiamo oggi un ulteriore chiarimento sulle detrazioni fiscali 2014 al 65%, ovvero sulle detrazioni per risparmio energetico: i suddetti sgravi fiscali non sono validi per beneficiare del bonus mobili, a sua volta non ottenibile se non in presenza di lavori di ristrutturazione. Il punto è proprio quest'ultimo: per beneficiare delle detrazioni al 50% del bonus mobili, arredi ed elettrodomestici, occorre beneficiare al contempo anche delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie, di quelle e non altre.

Le detrazioni fiscali 2014 sul risparmio energetico, così come quelle per le ristrutturazioni e il bonus mobili (al 50%) rappresentano ottime occasioni per i cittadini, ma spesso si può incorrere in alcune incomprensioni. Una delle più comuni riguarda il bonus mobili, arredi ed elettrodomestici. Anzitutto ribadiamo che per beneficiarne occorrono correlati lavori di ristrutturazione edilizia che danno diritto alle apposite detrazioni.

Si potrebbe erroneamente credere che i lavori (per certi versi di ristrutturazione) per i quali si può beneficiare delle detrazioni fiscali 2014 al 65%, diano comunque la possibilità di usufruire del bonus mobili.

Questo, come anticipato, è sbagliato: le detrazioni fiscali sul risparmio energetico non sono valide, anche se si tratta di interventi sulla casa comunemente inquadrabili come ristrutturazioni.

Per beneficiare del bonus mobili c'è un solo modo: effettuare correlati interventi di manutenzione straordinaria, di recupero dell'edificio, di ristrutturazione (interventi di rilievo, per i quali è presente una guida dell'Agenzia delle entrate sul sito Casa.governo.it), per i quali si richiedono le detrazioni fiscali al 50% per ristrutturazioni edilizie. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto