La crisi che sta attanagliando il Mondo ha fermato l'economia di qualsiasi genere, su tutti anche quella dell'immobile. La crisi immobiliare sta toccando vertici che mai si erano raggiunti nella storia. La casa è un bene importante per ogni cittadino, è il simbolo del fulcro familiare, una cosa importante ed infatti bisogna trovare una soluzione a questa situazione logorante. Il governo Renzi, col Piano casa 2014, ha provato a gettare le basi verso una rinascita importante.

Bonus Mobili: Stanziati 10 mila euro

Presentato pochi giorni fa al Ministero delle Infrastrutture, il piano casa 2014 prevede lo stanziamento di 1,75 milioni di euro nel tentativo di far ripartire il mercato dell'immobile. In maniera più approfondita, il Piano casa prevede lo stanziamento di 200 milioni di euro di sostegno alle famiglie che non riescono a pagare l'affitto.

Una importante innovazione è quella del Bonus mobili, ossia, un finanziamento di 10 mila euro di planford per permettere l'acquisizione di mobili. In realtà, questa norma, fu già attuata dal governo Letta, ma subito eliminata.

Bonus Mobili: non è l'unica novità del Nuovo Piano casa

Un'altra importante novità arriva dal taglio della cedolare secca, che passa dal 15% al 10 % per i contratti di locazione sottoscritti dal 2014 al 2017. Si tiene a sottolineare come questa innovazione porterà ad un beneficio, portando ad un maggiore utilizzo della cedolare stessa. Saranno stanziati dei benefici per i cittadini interessati ad acquistare nuove case, con la possibilità tra l'altro, di chi vive in case popolari, di poterle riscattare alla scadenza di 7 anni dalla firma del contratto di localizzazione.

Insomma, il governo intende dare una grossa mano ai bisognosi, aiutandoli nella ricerca di una stabilità e di un alloggio fisso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto